Pubblicato il: mar, Mag 26th, 2015

150 anni del Cervino, Roberto Mantovani “legge” la montagna

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Il 3° appuntamento della rassegna “Leggere le montagne” del Museo Nazionale della Montagna Cai si terrà giovedì 28 maggio alle ore 18:00. Il giornalista e storico dell’alpinismo Roberto Mantovani ci condurrà alla scoperta della lunga e complessa storia alpinistica della montagna più famosa del mondo, con parole, immagini e filmati dalle raccolte della Biblioteca Nazionale del CAI, della Fototeca e della Cineteca storica e del Museo Nazionale della Montagna

cervino

 

“150 Cervini” il 3° appuntamento della rassegna “Leggere le montagne” del Museo Nazionale della Montagna CAI.

Giovedì 28 maggio 2015 alle ore 18:00 percorsi su carta, pellicola e web per riscoprire la storia del “più nobile scoglio d’Europa”; appuntamento a cura di Roberto Mantovani e della Biblioteca Nazionale CAI

Nel terzo appuntamento di Leggere le montagne il giornalista e storico dell’alpinismo Roberto Mantovani ci condurrà alla scoperta della lunga e complessa storia alpinistica della montagna più famosa del mondo, con parole, immagini e filmati dalle raccolte della Biblioteca Nazionale del CAI, della Fototeca e della Cineteca storica e del Museo Nazionale della Montagna.

Si ripercorreranno le tappe più significative dai primi tentativi, al primo grande incidente alpinistico, alle grandi vie disegnate su quattro creste e quattro pareti perfette. Si parlerà delle narrazioni scritte e disegnate e delle vicende editoriali delle opere più famose.

Leggere le montagne è un’iniziativa della Biblioteca Nazionale del Club Alpino Italiano e del Museo Nazionale della Montagna con la collaborazione della Compagnia di San Paolo, del Club Alpino Italiano e della Città di Torino.

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*