Pubblicato il: gio, Nov 30th, 2017

Alpi di Ghiaccio: Monte Antelao per il Canale Oppel

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Esc-7-foto2Monte Antelao 3264 m – Canale Oppel

Primo salitore: O. Oppel, agosto 1931
Difficoltà alpinistica: TD, III, fino a 90°, M
Difficoltà sci ripido: 5.4 E4
Dislivello: 600 m
Esposizione: nord est
Punti di appoggio: Rif. Pietro Galassi (2018 m), +39 340 121 4300, www.rifugiogalassi.it
Caratteristiche: canale di neve e ghiaccio, passaggi su misto possibili.

 

Materiale

Di base da ghiaccio e di sicurezza su ghiacciaio, 6-8 viti anche corte, nut e friend, qualche chiodo da roccia; attrezzare le soste è, a tratti, complicato: la roccia delle due sponde del canale è delicata e il ghiaccio non è sempre proteggibile, può essere utile portare un paio di corpi morti.

Accesso

Da S. Vito di Cadore (1275 m) si può salire fino al Rif. Scotter-Palatini (1580 m) in seggiovia o in auto nei mesi in cui la strada è aperta. Da qui seguire il sent. 229 sopra un tornante fino alla congiunzione con il sent. 227 proveniente dal Rif. San Marco. Per ripidi tornanti fra i mughi si sale a una sella e alla Forc. Piccola (2120 m, 1,30 h). Con percorso più lungo si può salire anche dalla Val d’Oten. Dal Rif. Capanna degli Alpini (1395 m) per il sent. 255 fino al Rif. Galassi (2018 m) e da qui alla Forc. Piccola (1,45 h).

Avvicinamento

Dal Rif. Galassi si sale direttamente al Ghiacciaio Inferiore per tracce di sentiero in direzione sud est a un costone erboso con mughi, quindi per ghiaie, lastroni e tratti innevati si sale sulla morena di sinistra e per una ripida lingua di neve si raggiunge il quasi pianeggiante ghiacciaio. Lo si attraversa direttamente verso sud, in direzione del largo canalone di neve che scende a sinistra della parete nord dell’Antelao, solcata a destra dal ripidissimo e stretto Canale Oppel che si apre a destra del Canale Arnaldi.

Salita

Lasciato il Canale Arnaldi deviare verso destra in direzione del ben visibile ripido e stretto CanaleOppel: superare la terminale e seguire il canale, su pendenza sostenuta (65°, prevalentemente su neve), superando numerosi risalti ghiacciati in sequenza. Questi variano in numero e altezza in funzione delle condizioni d’innevamento: a volte si incontrano vere e proprie cascate di ghiaccio e qualche breve passaggio su misto. Il tratto chiave è più o meno a metà strada, presso una marcata strettoia. Di solito questa è ostruita da un “tappo” di neve, da evitare lungo una ripida colata di ghiaccio sulla parete di destra (fino a 90°, delicato). Quando c’è poca neve e la colata non è formata, è a volte possibile passare sul fondo del canale, sotto il “tappo”, attraverso un buco (misto). Il canale si apre a ventaglio nella parte superiore ed esce nei pressi del punto in cui sorgeva il Biv. Cosi (3111 m). Da qui proseguire in cresta verso sinistra (neve e roccette, aereo), superare un ripido pendio e raggiungere l’anticima. Un ulteriore breve tratto di cresta conduce in vetta (5-6 h).

Discesa

Lungo la via normale dell’Antelao (vedere QUI), tenendo presente che la parte superiore delle Laste è crollata nel novembre 2014 e il percorso di discesa può presentare rocce ancora instabili.

 

Esc-7-foto1

Vista aerea dell’Antelao, in blu il Canale Oppel, in rosso la via normale (foto A. Bernardi)

Esc-7-foto2

L’Antelao con il Canalone Arnaldi (n. 100), il Canale Oppel (n. 101) e la via normale

Esc-7-foto3

In salita nella parte superiore del canalone (foto G. Zaccaria)

Esc-7-foto4

Due momenti della prima discesa con gli sci (foto C. Cosi)

Esc-7-foto5

Lungo le cenge della via normale sotto le Laste Inferiori (foto. F. Cappellari)

 

L’tinerario è tratto dalla Guida:

Alpi di Ghiaccio. Vie classiche con picche e ramponi

ACQUISTA: clicca su titolo o copertina (da qui spese di spedizione gratis)

 

Alpi-di-ghiaccio                Informazioni sul libro

Alpi di ghiaccio
Vie classiche con picche e ramponi

Autore: Marco Romelli
Editore: Idea Montagna
Argomento: alpinismo
Collana: Rock&Ice
Prezzo di copertina: 34,00 euro
Formato: 15×21 cm
Pagine: 464 a colori
ISBN: 978-88-85468-23-8

 

Il ghiaccio ha sempre attratto gli alpinisti. I grandi scivoli, i profondi canaloni, le seraccate e le esili goulottes catturano lo sguardo con le loro forme eleganti e sembrano suggerire percorsi, linee di salita perfette tracciate dalla natura stessa.
Questa guida insostituibile illustra, con relazioni dettagliate, fotografie e tracce, 105 vie di ghiaccio dal Monviso al Grossglockner, passando per Delfinato, Gran Paradiso, Monte Bianco, Gran Combin, Monte Rosa, Mischabel, Alpi Bernesi, Gruppo del Bernina, Alpi Orobie, Ortles-Cevedale, Adamello-Presanella, Zillertal, Dolomiti e Alti Tauri.
Le vie presentate comprendono le più belle salite classiche su Monviso, Les Bans, Mont Pelvoux, Barre des …crins, Grande Ciamarella, Grande Casse, Becca di Monciair, Ciarforon, Gran Paradiso, Roccia Viva, Domes de Miage, Monte Bianco, Tour Ronde, Mont Blanc du Tacul, Aiguille du Midi, Grandes Jorasses, Aiguille Verte, Les Droites, Aiguille d’Argentiere, Combin de Valsorey, Breithorn Occidentale, Lyskamm Orientale, Lenzspitze, Allalinhorn, Fletschhorn, Monch, Monte Disgrazia, Piz Roseg, Piz Bernina, Pizzo di Coca, Monte Cristallo, Ortles, Gran Zebrù, Punta San Matteo, Cima Presanella, Cima Brenta, Cima Tosa, Palla Bianca, Wildspitze, Marmolada, Grossglockner e molte altre cime.
Una scelta completa per un alpinismo emozionante.

© 2017, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox