Pubblicato il: gio, Nov 10th, 2016

Arrampicata sportiva: ai Mondiali giovanili oro per Bendazzoli, bronzo per Rogora

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

podiomaschileyoutha

Buona la prima per la Nazionale giovanile italiana ai Mondiali giovanili di arrampicata sportiva in corso di svolgimento a Guangzhou, in Cina. Nella Finale della specialità Lead, prima occasione della manifestazione per andare a medaglia, il vicentino Giorgio Bendazzoli conquista un meritato Oro nella categoria Youth A (Under 18) dopo una gara passata in prima posizione fin dalle qualifiche, dove è stato l’unico atleta a chiudere le due vie. Nella Youth B (Under 16), invece, arriva la seconda soddisfazione di giornata, il Bronzo della romana Laura Rogora che ha offerto uno spettacolo entusiasmante al pubblico presente, lottando fino alla fine per un posto sul podio.

In campo maschile, nella Youth A,Bendazzoli domina incontrastato la gara senza lasciare spazi agli avversari, con un risultato che lo avrebbe visto vincere persino tra gli Juniors (Under 20); dietro di lui, ben distaccati, l’americano Kai Lightner ed il giapponese Taito Nakagami. Sugli scudi anche un ottimo Pietro Biagini, quinto, e Filip Schenk, che termina settimo, entrambi frenati solo da un errore in un singolo passaggio. Nella Youth B l’esordio mondiale di Davide Marco Colombo, il più giovane della spedizione azzurra, fa ben sperare per il futuro, con un ottavo posto finale ed una tre giorni di gare affrontate con la giusta determinazione e competitività contro avversari con maggiore esperienza; vince la categoria il francese Sam Avezou, che si lascia alle spalle i nipponici Katsura Konishi e Hidemasa Nishida. La Juniors, infine, vede trionfare il belga Simon Lorenzi, seguito dal giapponese Yuki Hada e dallo svizzero Dimitri Vogt.

rogora

Tra le donne, nella Youth B la romana Rogora, neo Campionessa italiana della specialità Boulder, dimostra la sua versatilità prendendosi anche il Bronzo mondiale Lead dopo una gara combattutissima, che la vede cedere solo alla fine il passo alle americane Ashira Shiraishi, prima dopo aver chiuso la via con una salita monstre, e Brooke Raboutou. La Youth A è appannaggio della Slovenia, che piazza tre atlete sul podio: la solita Janja Garnbret, dominatrice in Coppa del Mondo, si prende Top e Oro davanti alle connazionali Mia Krampl e Vita Lukan. Nella Juniors, infine, l’americana Margo Hayes conquista la prima posizione seguita dall’austriaca Hannah Schubert e alla giapponese Aika Tajima.

Buone prestazioni anche per gli altri atleti azzurri impegnati nella categoria: Stefano Carnati sfiora di un soffio l’ingresso in Finale al diciassettesimo posto, mentre Giulia Medici e Ludovico Fossali si fermano alle qualificazioni ma con ben altre ambizioni nelle specialità che andranno in scena nei prossimi giorni.

Grande soddisfazione per il Direttore Sportivo Franco Gianelli e per i tecnici delle nazionali presenti in Cina, che non hanno nascosto l’emozione durante la scalata verso la medaglia degli atleti. Domani sarà già tempo per i prossimi verdetti, con la Finale della specialità Speed femminile alle ore 15.00 locali (ore 11.00 italiane), cui seguiranno le prime qualifiche della specialità Boulder.

I RISULTATI DEGLI AZZURRI:

MASCHILE:

Youth B (U16): 8^Davide Marco Colombo

Youth A (U18): 1^ Giorgio Bendazzoli, 5^ Pietro Biagini, 8^ Filip Schenk

Juniors (U20): 17^ Stefano Carnati, 33^ Ludovico Fossali

FEMMINILE:

Youth B (U16): 3^ Laura Rogora
Youth A (U18): 27^ Giulia Medici

fonte: fasi

© 2016, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*