Pubblicato il: ven, Mag 22nd, 2015

Club 2000m: l’Appennino su un cuore… medio, grande e grandissimo

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

 

Collezionando non t’accorgi ma lo diventi

(un grande, grandissimo esperto dell’Appennino!)

 

Questo lo spirito del Club 2000m, basta aprire il sito online e sulla Home Page si legge questa frase succinta ed esplicativa della mission…

In occasione del 2° Raduno del Club 2000m che si terrà nel Pnalm domenica 24 maggio, Mount Live ha intervistato un componente del Direttivo del sodalizio che nel corso di questi anni si è rivelato una realtà consolidata ed un punto di riferimento per molti appenninisti. La voglia di montagna, la voglia di vette over 2000 è crescita anche grazie al Club 2000m e per avere riprova di ciò basta scambiare due chiacchiere con qualsiasi escursionista lungo i sentieri dell’Appennino… tutti lo conoscono, in tantissimi collezionano vette!!!

Ebbene, Francesco Mancini è un Grande Appenninista del Club 2000m con 217 Cime e membro del Consiglio Direttivo da marzo 2015, è iscritto al Club 2000m da Giugno 2011 e ricopre la carica di Consigliere e Organizzatore di Eventi, ideatore e realizzatore della News settimanale oltre che ad essere deputato alla gestione delle mail con gli iscritti sia sul sito Ufficiale che sul Profilo Facebook del Club.

 

Quando è nato il Club 2000, ad opera di chi ed in che modo?

La passione per la montagna ed in particolare per l’Appennino è alla base della costituzione, il 2 luglio 2007, del Club 2000m da parte di tre amici, Giuseppe Albrizio (attualmente  Presidente e Grande Trekker per conoscerlo meglio visitare il suo Sito personale Le mie Passeggiate), Claudio Carusi (attualmente il Segretario)  e Livio Rolle (attualmente Administrator del Sito), cui si è aggiunto in seguito Alberto Osti Guerrazzi (attualmente Consigliere e curatore delle pubbliche relazioni oltre che giornalista e scrittore di montagna vedi il suo Libro “I 2000 dell’Appennino“).

 

Quanti iscritti conta attualmente?

Ad oggi abbiamo 771 iscritti

 

Qual è la mission?

Il Club ha l’obiettivo di salire su tutte le montagne (censite in un elenco ufficiale) situate fra i 2000m ed i quasi 3000m del Gran Sasso d’Italia di tutto l’Appennino del Centro italia, dalle Marche al Molise passando per Lazio ed Abruzzo, senza dimenticare l’Appennino Tosco-Emiliano ed il Sirino-Pollino, per stimolare gli escursionisti che frequentano le montagne dell’Appennino a conoscerle sempre meglio, ad esplorare e raggiungere cime meno note, ad individuare nuovi percorsi, e a condividere con altri amici appassionati appenninisti la bellezza dei luoghi, le vie di salita e gli itinerari individuati.

 

Come sono suddivise le graduatorie degli Appenninisti del Club 2000m?

Lo stimolo alla scoperta di nuove cime e di nuovi percorsi è dato dalla curiosità per quelle ancora non raggiunte, presenti nell’elenco ufficiale dei 2000 metri dell’Appennino, fiore all’occhiello del Club, primo elenco assoluto e riconosciuto in Italia. Per questo motivo il Club offre la possibilità di spuntare su una scheda le proprie cime raggiunte, in una sorta di grande diario comune e di confrontarsi con gli altri in una simpatica classifica, che ha il solo scopo di incitare ad uscire dai percorsi più battuti, senza alcun spirito agonistico. Realizzando tre qualifiche rappresentate da “Medio appenninista”, “Grande appenninista” e “Grandissimo appenninista” rispettivamente con 100, 200, e 243 Cime .

 

Ogni anno mediamente quanti raggiungono il titolo di Grandissimo, Grande e Medio Appenninista?

E’ difficile fare una stima certa in quanto la situazione è esponenziale ed in continuo crescendo anno dopo anno.

 

Ora avete inserito anche il traguardo delle 50 cime, perché?

Con grande soddisfazione personale devo dire che l’idea è stata del sottoscritto che spinto dalla base degli iscritti che sentivano la necessità di avere un traguardo intermedio.

Non tutti hanno le possibilità di andare in montagna spesso e poi non dimentichiamo i bambini che hanno maggiori possibilità di avere uno scudetto come stimolo per continuare a vivere questo mondo.

 

Durante l’anno organizzate Raduni ed altre iniziative…

Vista la partecipazione e l’amicizia che sta nascendo fra molti di noi (anche a livello di famiglie con i figli) sono certo che al di là della Riunione Annuale fatta in Autunno/inverno vorrei che il raduno Annuale in Primavera/Estate diventi anch’esso un appuntamento annuale e non sporadico. Senza dimenticare le cene sociali più piccole come quella realizzata a Gennaio per un nostro iscritto che compiva 60 anni e che ha visto la partecipazione di 40 iscritti venuti da tutta Roma ma non solo.

 

L’elenco delle cime over 2000 è da poco stato revisionato ed aggiornato dopo indicazioni e suggerimenti pervenuti da iscritti e non. Come si è operato per la revisione?

Come tutte le revisioni storiche il dibattito è stato aspro e diplomaticamente si è arrivati ad un punto di incontro ma non si esclude che nel futuro ci possano essere altri cambiamenti tuttavia nel 2015 lo storico elenco del Club 2000m. è entrato in una nuova fase: a partire del 1-1-2015  ha ottenuto il patrocinio non solo della Società Geografica Italiana ma della Federtrek e di numerosi Club Alpini del Centro Italia, per la precisione CaiI Roma, Cai Lanciano, Cai  Pietracamela, Cai Frosinone, Cai Rieti e Cai Palestrina. L’elenco appare ora in due versioni distinte: quello ufficiale contenente 236 cime e quello che più interessa i soci, ovvero quello ufficiale della collezione che contiene 243 cime.

 

Da poco on line anche il nuovo sito?

Da tempo sentivamo l’esigenza di realizzare un sito più rispondente sia graficamente che operativamente alle nuove esigenze che nascevano per cui  con grandi sforzi economici e grazie all’aiuto del contributo volontario economico nostro e dei nostri iscritti siamo riusciti a realizzarlo ma abbiamo finito i soldi per cui chiederemo uno sforzo ai nostri amici ed iscritti per poter realizzare un nuovo piccolo salvadanaio per le esigenze del futuro.

 

Gli iscritti stanno rispondendo alla vostra nuova iniziativa di aprire sul sito web una sezione dedicata alle foto delle escursioni degli iscritti?

Nel corso degli ultimi mesi, anche in questo caso, sono pervenute moltissime foto che testimoniano la costanza dei nostri iscritti più forti nel raggiungere le montagne più lontane e difficili. Mi raccomando andare sulla voce “Escursioni” e poi la voce “Album dei collezionisti”.

 

Il Club 2000 ha ulteriori iniziative in cantiere?

Noi viviamo di volontariato ed amicizia (con l’occasione saluto e ringrazio 2 grandi amici conosciuti proprio grazie al Club 2000m con cui ho realizzato ascese meravigliose Augusto Catalani e Francesco Laurenzi ) e siamo aperti a tutte le iniziative che possano farci confrontare nel nostro ambiente che preferiamo chiamato montagna.

 

Due annotazioni finali…

 

Ormai il Club 2000 è divenuto in pochi anni un’associazione dai forti connotati di appartenenza e non è difficile incontrare escursionisti lungo l’arco appennino che si presentano come “Io sono del Club 2000”; insomma uno status symbol … avvertite la responsabilità di ciò?

Effettivamente io sono un fautore di questo senso di appartenenza infatti in montagna espongo con fierezza il mio Scudetto del Club 2000m ma anche il mio scudetto del Cai di Ortona (miei maestri di montagna in passato sulla Majella ma non solo oltre che amici). La passione che lega tutti noi Grandi Escursionisti, che d’inverno  per le condizioni che si trovano diventano anche Alpinisti in alcune occasioni, rappresenta un valore che va al di là dell’egoismo e della disgregazione sociale che questa società moderna ci vuole  imporre.

 

C’è chi storce il naso sull’essenza del Club 2000, in quanto, a loro dire, collezionare vette può facilmente divenire un fatto morboso snaturando la naturalezza del vivere la montagna (ad esempio in Abruzzo, Pnalm, con l’aggiornamento delle vette è stato inserito nell’elenco il Gendarme de La Meta che, tutto di colpo, è divenuto “meta” di pellegrinaggio escursionistico mentre sino a poco tempo i più salivano su La Meta e ridiscendevano direttamente senza passare per il Gendarme perché, evidentemente, poco attrattivo a livello collezionistico; insomma, il Club 2000 indirizza l’escursionista, organizza a monte l’escursione per il pallino di conquistare nuove vette… c’è un fondo di verità o è una visione distorta ed estrema del Club 2000?

Nella tua domanda c’è già la risposta. L’inserimento del Gendarme del Meta rappresenta proprio lo spirito del vero montanaro del Club 2000m. Infatti per raggiungerlo su sentiero non facile, non segnato e fuori mano rispetto al Monte Meta c’è tutta la volontà di voler scoprire passo per passo, questa montagna ma non per spirito collezionistico ma solo per conoscere meglio questo territorio, avere una visuale diversa delle montagne che sono intorno. Lo scopo principale del Club 2000m non è il collezionismo fine a se stesso ma solo un modo per esplorare la montagna sotto tutti i suoi aspetti, in tutte le Valli, le Creste, le Cime, i Canali. Ci sono emozioni da vivere che permettono di farti e poi trasmettere una conoscenza della montagna che non puoi altrimenti avere. Per più di 15 anni sono andato per montagne ma poi erano sempre le stesse, magari fatte in tutte le stagioni, ma non è la stessa cosa diventando Appenninisti nel senso più puro del termine. Ho conosciuto posti che mai mi sarei sognato di raggiungere se non avessi aderito a questo progetto con grandi sacrifici a livello fisico, psicologico, economico, familiare. Ma quando da sopra una montagna riesci a leggere cima per cima tutte le montagne che sono intorno a te, di tutte le catene montuose, anche quelle più lontane,  è solo perché ci sei salito una a una e più volte e da più versanti come solo un collezionista del Club 2000m può essere. Tutto questo credo che sia la soddisfazione più grande per un vero montanaro.

 

INFO Club 2000m

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Displaying 2 Comments
Have Your Say
  1. Bravo Francesco, complimenti, una bellissima e interessante intervista…W il CLUB2000m

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*