Pubblicato il: lun, Set 7th, 2015

Dal ghiaccio ricompare una capanna militare sul Gran Zebrù

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Lo scioglimento del ghiacciaio sul Gran Zebrù, a oltre 3.800 metri di quota, ha riportato alla luce una baracca dei soldati della Grande guerra. La struttura in legno – fa sapere Rai Südtirol – era stata costruita nel 1917, a strapiombo sopra la parete nord della montagna del gruppo dell’Ortles, e abbandonata da un giorno all’altro con la fine della guerra nel 1918

Grande guerra: baracca soldati sul Gran Zebrù

gran zebru

 

Lo scioglimento del ghiacciaio sul Gran Zebrù, a oltre 3.800 metri di quota, ha riportato alla luce una baracca dei soldati della Grande guerra. La struttura in legno – fa sapere Rai Südtirol – era stata costruita nel 1917, a strapiombo sopra la parete nord della montagna del gruppo dell’Ortles, e abbandonata da un giorno all’altro con la fine della guerra nel 1918.

La baracca è in ottimo stato di conservazione. Sul posto stanno lavorando gli archeologici della Provincia di Bolzano.

 

E’ parzialmente coperta dal ghiaccio e sarebbero a rischio le fondamenta. Numerosi i reperti bellici, parte dei quali sono stati anche recuperati. Tra questi anche dei giornali dell’epoca perfettamemente conservati dal ghiaccio. Trovati anche elmetti e munizioni. Le dimensioni dovrebbero essere di 4 metri di larghezza e di almeno 10 di lunghezza E’ stata costruita nella primavera del 1917 ed abbandonata nel novembre dell’anno successivo. Poteva contenere dieci soldati e quattro ufficiali. La si poteva raggiungere attraverso una galleria che era stata scavata sul Gran Zebrù. Su una parete molto esposta.

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox