Pubblicato il: dom, Ago 2nd, 2015

Elicottero precipitato in Valtellina, i nomi delle tre vittime

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Dopo giorni di ricerche il velivolo è stato ritrovato sull’Alpe di Zocche (Val Masino). Morti il pilota Agostino Folini, 50 anni, di Chiuro (Sondrio); lo specialista tecnico Marco Gianatti, 33 anni di Montagna in Valtellina (Sondrio), che oltre al lavoro nella società era impegnato come volontario dei Vigili del Fuoco (Comando provinciale di Sondrio) e il motorista Stefano Olcelli, 28 anni di Buglio in Monte (Sondrio)
elisoccorso

 

Ritrovato all’alba l’elicottero di Elitellina, scomparso nel primo pomeriggio di venerdì scorso sulle Alpi. Tragico il bilancio. Morti il pilota Agostino Folini, 50 anni, di Chiuro (Sondrio) e gli altri due membri dell’equipaggio. Il ritrovamento è avvenuto sull’Alpe di Zocche (Val Masino).

La cronaca. L’elicottero (Ecureuil B3) di Eltellina di Sondrio, a sette posti (due davanti e cinque dietro per i passeggeri ed i tecnici di volo) è stato individuato, dopo le ricerche ininterrotte di questi ultimi giorni che hanno interessato anche il territorio svizzero, in fondo al dirupo di una zona rocciosa e molto impervia nel territorio comunale di Forcola (provincia di Sondrio), a ridosso della Val Masino.

Informato il magistrato di turno, Elvira Antonelli. Le vittime della tragedia aerea sono il pilota, Agostino Folini, 50 anni di Chiuro (Sondrio), che era anche direttore operativo della società Entellina; lo specialista tecnico Marco Gianatti, 33 anni di Montagna in Valtellina (Sondrio), che oltre al lavoro nella società era impegnato come volontario dei Vigili del Fuoco (Comando provinciale di Sondrio) e il motorista Stefano Olcelli, 28 anni di Buglio in Monte (Sondrio).

Del velivolo nei giorni scorsi si erano perse le tracce. Gli ultimi messaggi prima dell’incidente aereo è avvenuto dopo che, nel primo pomeriggio di venerdì, il velivolo aveva trasportato alla capanna Marinelli, in alta Val Malenco, due escursionisti. L’elicottero, atteso poco più tardi ad un altro rifugio in Val Codera per la consegna di alcuni viveri e materiali, non era mai arrivato a destinazione e neppure era rientrato alla base del capoluogo valtellinese, facendo così scattare l’allarme.

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un’inchiesta sull’incidente occorso all’elicottero AS 350 I-CMCM. L’ANSV. Sul posto un team investigativo.
La zona dove è avvenuto l’incidente è una zona particolarmente selvaggia ed impervia. La valle è sormontata da vetre che superano i 3000 metri come il pizzo Badile e il monte Disgrazia.

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox