Pubblicato il: sab, Feb 7th, 2015

Fuori c’è tanta neve… è tempo di inventare un bel dolce accanto al camino

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
isa
Scende la neve, l’aria si fa chiara e frizzante, dopo una bella passeggiata nel bosco mi piace tornare a casa e ritrovare i ritmi rallentati. La neve ha questa magia, ti concede un attimo di silenzio e sospensione, dove tutto intorno sembra voler godere della luce argentata che tutto ricopre. Mentre accendo il camino e la stufa, la cucina si riscalda con il bagliore del forno acceso!
Non c’è nulla per me di più rilassante che preparare un buon dolce per regalare e regalarsi un coccola golosa. Pensando alle giornate fredde d’inverno mi viene in mente di inventare una ricetta che utilizzi le farine senza glutine più usate dalle genti di montagna, energetiche, proteiche, riscaldanti: la farina di grano saraceno e quella di marroni.
Prendo tutti gli ingredienti che mi possono servire e li sistemo sul tavolo, li osservo e incomincio a creare la ricetta prima nella mente e poi via… creatività libera impastando!
Ecco cosa ho trovato in dispensa per la mia torta senza glutine, latticini e zucchero:
5 mele rosse piccole biologiche con la buccia
due uova intere e due albumi
100g di farina di grano saraceno macinata fine ( non quella per i pizzoccheri o polenta)
100g di farina di marroni (va bene anche quella di castagne)
1 cucchiaio abbondante di melassa biologica
1 tazzina da caffè di olio di girasole spremuto a freddo biologico
200ml di latte di mandorla
1 bustina di cremor tartaro, un pizzico di sale e un cucchiaino di bicarbonato di sodio
cannella, pinoli, noci
Semplicemente mescolo bene le uova con la melassa, aggiungo le mele tagliate a fettine sottili, l’olio, il latte, i pinoli e le noci. Mescolo le due farine con il cremor tartaro, il bicarbonato e la cannella; a parte monto a neve gli albumi con un pizzico di sale. Unisco le farine all’impasto e per ultimi gli albumi. Verso il tutto in una teglia ricoperta di carta forno, metto ancora qualche fettina di mela sulla superficie e inforno a 180 gradi per un’ora! Buona da sola, davvero speciale accompagnata con zabaione!
Isabella Corti
i.corti@mountlive.com

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*