Pubblicato il: ven, Mag 29th, 2015

Il vulcano Shindake in Giappone si è risvegliato, isola evacuata

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
L’eruzione ha causato un pennacchio di cenere nera alto più di 9 km sopra il cratere e un flusso piroclastico verso la costa

vulcano Shindake

 

Giappone: il vulcano Shindake, nell’isola di Kuchinoerabu, si è risvegliato con un’eruzione “esplosiva” e spettacolare che, pur non avendo causato vittime o feriti, ha lanciato verso il cielo una colonna di fumo e cenere. Sono circa 140, fa sapere l’Ansa, gli abitanti dell’isola della prefettura di Kagoshima, nell’estremo sud del Giappone, mentre la Jma (Japan Meterological Agency) ha alzato l’allerta a quota 5, il massimo livello, e sollecitato l’evacuazione. Il monte Shindake è a 650 metri sul livello del mare e a 100 km dall’isola di Kyushu.

L’eruzione ha causato un pennacchio di cenere nera alto più di 9 km sopra il cratere e un flusso piroclastico verso la costa, ha riferito la Jma. L’ultimo bollettino ufficiale, ad ogni modo, ha escluso vittime o feriti, secondo gli aggiornamenti degli uffici della città locale di Yakushima. L’avviso di evacuazione si lega al grado di allerta di 5, il più alto possibile, in rialzo da quota 3 che impone limiti alla scalata del vulcano. L’Ufficio del primo ministro a Tokyo ha istituito un team di emergenza per la gestione della crisi e la guardia costiera giapponese ha inviato una propria unità nella zona.

 

Il premier Shinzo Abe ha dato le disposizioni per garantire la sicurezza dei residenti dell’isola, ha riferito il portavoce del governo, Yoshihide Suga. I primi segnali di risveglio del vulcano Shindake sono dello scorso 3 agosto, con l’evacuazione precauzionale di 87 persone, dopo un lungo riposo di 34 anni. Secondo gli esperti, diversi elementi lasciano ipotizzare un’eruzione relativamente grande e prolungata.

 

Sono 137 le persone, tra residenti e visitatori, che risultano al sicuro dopo la violenta eruzione esplosiva del vulcano Shindake, sull’isola di Kuchinoerabu, e in fase di evacuazione verso la vicina isola di Yakushima. Secondo i piani, un traghetto è impegnato nel loro trasporto dal porto di Honmura a quello di Miyanoura, isola di Yakushima, dove saranno sistemati in 4 rifugi e assistiti con cibo e coperte, ha detto Kouji Araki, sindaco del comune di Yakushima, in collegamento telefonico con la tv pubblica Nhk. L’Agenzia meteolorogica, nel frattempo, ha riferito che il flusso piroclastico è sceso fino alla spiaggia di Mukaehama. Il premier Shinzo Abe ha avviato, grazie a una riunione ministeriale, “l’adozione delle misure immediate per affrontare l’emergenza: prima di tutto – ha detto in una breve battuta ai media – bisogna garantire la sicurezza”. Al momento, un uomo di 72 anni risulta essere ustionato ma in modo non ritenuto serio. Lo Shindake è il più grande vulcano nella zona Kyushu, nel Giappone meridionale, è uno dei 110 più attivi nell’arcipelago nipponico, tenuto sotto osservazione per 24 ore.

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*