Pubblicato il: gio, Nov 3rd, 2016

“In Movimento”, Il Manifesto fa parlare i giovani amanti della montagna

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

in-movimento

Sogno, gioco, avventura, libertà. Il refrain è lo stesso ma a parlare stavolta sono i giovani. La montagna, le falesie, il ghiaccio, l’indoor, visti con gli occhi dell’ultima generazione del secolo scorso (e anche di qualcuno di questo millennio), raccontati direttamente con il loro linguaggio, senza filtri giornalistici, senza orpelli, senza tentativi di aggiustamento.

I giovani autori e autrici si sono intervistati fra loro tra risate, imbarazzi, incertezze e sfide. Si sono raccontati come volevano. Nord e Sud, i «vivai», alle palestre nelle scuole, alla nazionale di sci alpinismo, all’arrampicata come strumento di formazione di un adulto «equilibrato». Le falesie del Molise o i versanti del Gran Zebrù e del Parco dello Stelvio.

Guide alpine, atleti, rifugisti, arrampicatori e sassisti, tracciatori, campionesse di «dry tooling» e intrepidi «slackliner».

I protagonisti di questo numero sono ragazzi e ragazze comuni ma allo stesso tempo fuori dal comune rispetto ai propri coetanei.

Alcuni sono figli d’arte, in qualche caso atleti con una lunga tradizione alle spalle. Altri invece hanno scoperto per caso il mondo verticale, artificiale o naturale che sia. Per alcuni è uno sport, con tutti gli annessi di gare, allenamenti, diete. Per altri la roccia è una «dolce amante da accarezzare». Per altri ancora arrampicare o sciare è un lavoro.

A qualcuno la montagna ha insegnato ad avere pazienza, a sorridere, ad «apprezzare il silenzio forzato delle salite». Qualcuno sogna di realizzare «il primo 9c» o di conquistare la prima medaglia olimpica italiana nella propria disciplina. Altri infine si ripromettono di andare a mettere il naso in Verdon o in Yosemite «solo da vecchi», per vedere l’effetto che fa una via di più tiri.

Il prossimo numero di «in movimento» sarà un’edizione speciale. Un numero doppio da 32 pagine allo stesso prezzo. Sarà in edicola dal 1 dicembre.

© 2016, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*