Le Gole di Celano

 

Le Gole di Celano-Aielli costituiscono il canyon più noto e frequentato dell’Appennino Centrale. Pareti verticali, cascate e una vegetazione fittissima ne fanno un vero tesoro dell’Appennino. Il percorso è da evitare in caso di forti piogge, nel periodo del disgelo e nelle giornate particolarmente ventose in quanto può esserci il pericolo di caduta sassi. Partendo da Ovindoli, si segue una strada che dopo pochi chilometri giunge ad un bivio dal quale si accede ad una carrareccia sulla destra, che porta ad una fonte. Seguire le indicazioni per le Gole di Celano; si può scendere attraverso un piccolo vallone o si può prendere il sentiero che procedere con una lieve salita verso il colle. Seguendo il ripido sentiero, piegare a destra in direzione del canyon e dirigersi verso il fondo delle gole. Qui si attraversa il torrente la Foce e si devia a sinistra per arrivare alla Fonte degli Innamorati, la cui acqua sgorga dal soffitto di una grotta. Tornati sul sentiero principale si giunge, procedendo in discesa, nel tratto più suggestivo delle gole, quello in cui i muri rocciosi si avvicinano paurosamente. Poco più avanti, le pareti rocciose si allargano, permettendo una passeggiata più comoda che giunge fino alla sterrata proveniente da Celano. Camminando ancora per 2 chilometri, sulla SS 5 bis, si arriva a Celano.

© 2014, ALL RIGHTS RESERVED.

Scheda Itinerario

  • Luogo: Via Vallone, 274, 67041 Aielli AQ, Italia 
  • Regione: Abruzzo 
  • Provincia: L'Aquila 
  • Difficoltà: EE 
  • Punto di Partenza: Ovindoli 
  • Punto di Arrivo: Celano 
  • Dislivello: 572 mt 
  • Sentiero n°: segnali giallo-rossi 
  • Tempo di percorrenza: 3 ore circa 
  • Lunghezza: 4 km 
  • Altitudine massima:
  • Periodo consigliato: tutto l'anno 
  • Tipo di via: normale 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*