Da Montecorvino alle Croci di Acerno

 

Il sentiero 105 collega il borgo di Montecorvino Rovella, adagiato sulle propaggini meridionali dei Monti Picentini, alla parte centrale del massiccio, costituita dal Monte Accellica. Il sentiero termina al Valico delle Croci di Acerno, che costituisce il più importante e storico collegamento con il versante avellinese. La parte iniziale del tracciato sostituisce con un percorso più naturale e panoramico il vecchio sentiero che partiva da Gauro. È percorribile con moderato impegno fisico in entrambi i sensi e con molteplici possibilità di alternative e varianti. Sia Montecorvino Rovella che le Croci di Acerno sono servire dai bus della SITA da Salerno, coi quali è possibile effettuare in autonomia tutto il percorso. Dal centro di Montecorvino Rovella si raggiunge in salita la frazione Votraci. Si passa per una fontana e poi, subito prima di un arco sotto una delle ultime case, si prende a sinistra attraverso un vicolo posto al termine di una fiumara, che, durante le piene, scarica paurosamente in un canale sotto le case. Affondando nella ghiaia, si comincia a salire in un ambiente inaspettatamente subito severo e selvaggio, specialmente quando si percorre la spettacolare e angusta gola delle Ripe della Manna. Attraverso questa gola, un percorso accidentato e sdrucciolevole sale stretto e tortuoso per uscire allo scoperto in una zona dove l’erosione ha formato suggestivi calanchi. Siamo saliti poco di quota, ma già il panorama verso la Valle del Sele ed il Golfo di Salerno ripaga dello sforzo fatto. Si può osservare l’abitato di Montecorvino e tutte le frazioni inferiori che a cascata degradano a valle ed il santuario della Madonna dell’Eterno più isolato lungo la strada per Acerno. Giunti in località Faito, termina il tratto più ripido e si comincia a procedere quasi in piano tra castagneti semipianeggianti, attraversati da strade sterrate e con alcune case di servizio, raggiungibili in auto da Gauro. Facendo attenzione alla segnaletica bianco-rossa e procedendo sempre verso nord, restiamo su quel che resta della vecchia mulattiera, delimitata a sinistra da una recinzione di filo spinato, fino a quando diventa una strada sterrata dissestata. Essa ci porta poco dopo ad incrociare a sinistra quella proveniente da Gauro, che seguiamo a destra fino alla Sorgente Canale, dove c’è quello che doveva essere un rifugio, ma che è diventato un ricovero di bovini. D’ora in poi, fino alle Croci di Acerno, si procede su stradoni sterrati, di grande panoramicità e assolutamente privi di difficoltà. Si raggiunge, dopo circa 40 minuti, il Varco della Noce, caratterizzato da profondi fossati scavati per impedire il passaggio ai mezzi nel territorio di Giffoni Valle Piana, vista l’inutilità di una vecchia sbarra metallica. Si va a destra e al termine della discesa, all’incrocio col sentiero 106 (Sentiero Italia), si risale ad un valico, dove termina una sterrata, anch’essa con fossati, che parte dal km. 19,500 della SRexSS 164 (Montecorvino-Acerno), transitando per Piano Antico ed il Casone di Cerasuolo. Si scende ancora con percorso in comune al Sentiero Italia e si arriva alla località Mercatello, attrezzata con tavoli e panchine. Qui il Sentiero Italia procede verso est in direzione di Acerno. Il nostro sentiero, invece, segue una lunga e sinuosa sterrata in direzione nord, che percorre tutta la pendice est dell’Accellica sud, sempre in vista dell’altopiano di Acerno e dei monti che gli fanno da corona. Lungo la stradina incontriamo l’incrocio col sentiero 103, che da Acerno conduce all’Accellica Sud. Mezz’ora prima del termine del percorso si incontra a sinistra la Sorgente Pietra con l’Acqua, posta sotto una parete rocciosa, ma purtroppo asciutta da alcuni anni. Poco dopo, su un costone in una curva a sinistra troviamo i segnali del sentiero 190, che risale alla Savina e alla impervia cresta che la collega all’Accellica Sud. Quindi, con breve discesa, si raggiunge l’importante valico delle Croci di Acerno, teatro di importanti scontri sia tra Normanni e Longobardi nel 1076, che tra tedeschi e alleati durante la Seconda Guerra Mondiale.

© 2014, ALL RIGHTS RESERVED.

Scheda Itinerario

  • Luogo: Via Chiararso, 84096 Montecorvino Rovella SA, Italia 
  • Regione: Campania 
  • Provincia: Salerno 
  • Difficoltà:
  • Punto di Partenza: Montecorvino 
  • Punto di Arrivo: Valico Croci di Acerno 
  • Dislivello:
  • Sentiero n°: vari 
  • Tempo di percorrenza: 5 ore all'andata, 4h30 al ritorno 
  • Lunghezza: 12 Km 
  • Altitudine massima:
  • Periodo consigliato: tutto l'anno 
  • Tipo di via: normale 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*