Tratturo Pescolanciano-Carovilli

 

Il percorso ha inizio nel comune di Pescolanciano dove è possibile osservare un tratto di tratturo ancora integro e ben conservato per circa 1 km nella sua fascia di 111 m delimitata da siepi. Continuando il percorso il tratturo incomincia a perdere la sua fisionomia, ma è affascinante osservare come la vegetazione, nella sua libera evoluzione, abbia colonizzato il proprio habitat, nelle sue fasi più recenti attraverso cespuglieti ed in quelle più remote attraverso il bosco. Dopo circa 3,5 km si arriva sulla strada asfaltata e da qui si procede verso il paese di Carovilli, lungo quello che era l’antico tratturello di San Domenico che collegava i due grandi bracci tratturali Castel di Sangro-Lucera e Celano-Foggia. Dopo circa 3,5 km si giunge alla chiesa di San Domenico, un esempio di chiesa rurale, passaggio obbligatorio per i pastori che diretti agli altopiani delle Cinquemiglia e di Alba Fucens, si ricongiungevano dal Lucera-Castel di Sangro al Celano-Foggia. A testimonianza dell’antica tradizione della transumanza è una lapide in marmo affissa sulla parete posteriore della chiesa dove erano stabilite le tariffe da pagare per il transito delle greggi. A 500 m circa è situato il paese di Carovilli dove tra le sue mura in pietra, portali scolpiti, piazze e chiese è possibile fermarsi per l’acquisto di prodotti tipici molisani nei negozi caratteristici, con particolare interesse per il tartufo ed i formaggi.

© 2014, ALL RIGHTS RESERVED.

Scheda Itinerario

  • Luogo: 86097 Pescolanciano IS, Italia 
  • Regione: Molise 
  • Provincia: Isernia 
  • Difficoltà:
  • Punto di Partenza: Pescolanciano 
  • Punto di Arrivo: Carovilli 
  • Dislivello:
  • Sentiero n°: Tratturo 
  • Tempo di percorrenza: 2 ore 
  • Lunghezza: 4 km 
  • Altitudine massima:
  • Periodo consigliato: tutto l'anno 
  • Tipo di via: Tratturale 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*