Valle dell’Inferno

 

Una delle zone più suggestive e selvagge del Matese. La Valle dell’Inferno (sentiero Cai 14B) si raggiunge dopo aver attraversato Valle Orsara e Piano delle Grassete (un’ora). Da qui, sul lato sinistro, in corrispondenza di una siepe si prosegue verso nord-est. Il primo tratto è boschivo e si passa per un abbeveratoio, da qui si prosegue e dopo circa mezzo km si supera il cancello in legno dove comincia la Valle dell’Inferno. Una luogo caratteristico a mo’ di canyon per una lunghezza di circa 2 km tra rocce, letto del fiume con punti consigliati ad escursionisti esperti. In quest’area si possono notare anche le aquile, dato che i rapaci nidificano in questa zona. Ad un tratto si esce nuovamente nel bosco e successivamente si supera un’altra briglia di cemento che si oltrepassa tenendosi sulla destra. Si raggiungono così le “pareti unite”, forse l’area più bella e suggestiva della Valle dell’Inferno e qui il gioco diventa “duro” in quanto si devono oltrepassare grossi massi e guadi. Proseguendo si arriva alla sorgente dell’Acqua Ricciuta.

© 2014, ALL RIGHTS RESERVED.

Scheda Itinerario

  • Luogo: SS158 Dir, 81016 Piedimonte Matese CE, Italia 
  • Regione: Campania 
  • Provincia: Caserta 
  • Difficoltà: T/E 
  • Punto di Partenza: Piano Le Grassete 
  • Punto di Arrivo: Valle dell'Inferno 
  • Dislivello: 145 
  • Sentiero n°: Cai 14/B 
  • Tempo di percorrenza: 1 ora 
  • Lunghezza: 2,2 Km 
  • Altitudine massima: 775 mt 
  • Periodo consigliato: tutto l'anno 
  • Tipo di via: normale 

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*