Pubblicato il: gio, Giu 12th, 2014

Junior Rangers vigileranno sulle montagne altoatesine

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

junior rangerPresentato per il secondo anno il progetto Cai denominato Junior Ranger con l’intento di far diventare i bambini dai 10 agli 11 anni dei Guardiaparco in miniatura, trasmettendo loro le conoscenze necessarie sulle Aree Protette e la loro conservazione. Junior Ranger è stato presentato venerdì 6 giugno alle ore 19.30 a Bolzano, presso la sede del CAI Alto Adige (Viale Europa 53/f). Al progetto parteciperanno 15 ragazzi iscritti alle Sezioni CAI altoatesine (diversi da quelli dello scorso anno), il numero massimo previsto dagli organizzatori, con diversi giovanissimi in lista di attesa in caso di defezioni dell’ultima ora.
«Il format sarà lo stesso dell’anno scorso: faremo sei uscite tra luglio e agosto nel Parco naturale Sciliar-Catinaccio, di cui una di due giorni con pernotto alla malga Hofer Alpl, baita che si trova a 1364 metri di altezza nel cuore del Parco», ha dichiarato Roberta Zani, Presidente della Commissione di Alpinismo giovanile del Gruppo regionale alto atesino del CAI. «Lo scopo del progetto è quello di far appassionare i ragazzi alla natura, rafforzare il loro rapporto con gli ambienti naturali e montani della loro provincia e trasformarli in veri e propri amici della natura».
Le escursioni avranno un tema sempre diverso e saranno condotte da esperti e relatori: si andrà dalla topografia e orientamento e da un piccolo corso di sopravvivenza alla conoscenza dell’acqua e degli insetti, fino ad arrivare a una giornata incentrata sul pronto soccorso. Gli organizzatori intendono far conoscere ai ragazzi in maniera divertente la flora e la fauna nei parchi, mettendoli in contatto con la natura intatta di questi luoghi.

© 2014, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*