Pubblicato il: mer, Set 7th, 2016

L’altoatesino Peter Kienzl vince la 1^ edizione del 4K Valle d’Aosta

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Una vera e propria scalata al gradino più alto del podio del 4K Alpine Endurance Trail Valle d’Aosta per Peter Kienzl, altoatesino classe 1975, con il pettorale 251, per l’ASV Telmekom Team Südtirol. Dietro di lui Bruno Brunod

Peter-Kienzl-al-traguardo-4K-Alpine-Endurance-Trail-Valle-d-Aosta

Kienzl ha completato il percorso ad anello di 350 km lungo le Alte Vie della Valle d’Aosta in 82:53’.31”, tagliando il traguardo alle ore 19.50 e 42 secondi.

Un tempo straordinario, considerate le criticità che gli atleti hanno dovuto affrontare nella gara più dura al mondo. In particolare, le difficoltà insite nel tipo di tracciato delle Alte Vie 1 e 2 della Regione e, per la prima volta, la percorrenza in senso orario, significativo elemento che lo rende molto più faticoso e impegnativo, come testimoniato da tutti gli atleti in gara. Inoltre, le condizioni climatiche estremamente calde, soprattutto nella prima giornata, hanno reso molto difficoltoso il passaggio sul Col Loson a 3296 metri slm.

Fin dall’inizio della gara, Kienzl si è mantenuto strenuamente nella testa del gruppo, iniziando poi una fuga quasi senza riposo (30 minuti di sonno in 4 giorni), distanziando il resto della top ten dopo la tappa alla Base Vita di Ollomont. Una marcia trionfale in completa autonomia: Peter, infatti, non ha avuto nessuna assistenza dedicata né accompagnamento al seguito, autogestendo anche la sua sacca, abbracciando così in toto lo spirito trail. Peter Kienzl, che solo nel 2016 si è qualificato secondo al Dolomiti Extreme Trail, XX al Südtirol Ultra SkyRace, terzo alle Porte di Pietra e 19mo al Madeira Island Ultra Trail del (parte dell’Ultra Trail World Tour 2016), ha così commentato la sua vittoria sul prato di Sant’Orso:

Non avevo mai pensato di vincere, ma avevo l’obiettivo di qualificarmi tra i primi cinque e finire la gara entro le 90 ore. Quando mi mancavano ancora 100 km ho pensato che poteva succedere ancora tanto. Ora sono qui: una bellissima gara, organizzata benissimo, in particolare mi è piaciuta la lunghezza del tracciato e il calore della gente. Qui in Valle d’Aosta il pubblico è con l’altleta.

Dietro di lui, Bruno Brunod, del Team Forte di Bard – Montura, valdostano e primo campione del mondo di skyrunner con il pettorale 01, che con un distacco di circa 2 ore, è in serata sul traguardo di Cogne.
Bruno Brunod, Team Forte di Bard – Montura – 53 anni, con un recupero strepitoso dopo una partenza controllata, è risalito fino al secondo posto e ha acceso la prima edizione del 4K Alpine Endurance Trail della Valle d’Aosta, nonostante qualche problema fisico a metà gara, ma tornando competitivo e riprendendosi la seconda posizione. Brunod ha fatto il miglior tempo nel tratto tra Ollomont e Oyace. Tredici chilometri percorsi in 2h 59’21!, a una velocità media di 4,35 km/h. Il pubblico presente a Cogne lo attende numeroso, a dimostrazione del grande affetto che i valdostani riservano per il loro campione.

Aurelio Marguerettaz, Presidente del Comitato di Indirizzo del 4K e Assessore al Turismo della Regione Autonoma Valle d’Aosta:

Finalmente dal deserto delle sterili polemiche siamo passati alla grandiosità dello sport e dell’ambiente di questi paesaggi. Per noi il più grande risultato è la disponibilità, l’accoglienza e i tanti sorrisi che stanno accompagnando questi grandi atleti nei vari punti sul tracciato e alle basi vita e punti ristoro. Un grazie sentito ai primi classificati e un grande pensiero ai runner che sono ancora sui nostri sentieri accompagnati dal bel tempo e dal tifo della nostra gente.

Gabriele Accornero, Direttore Organizzazione di Gara:

L’arrivo dei primi runner sfondo del Ghiacciaio e la prima luna è per noi un piccolo sogno che si avvera. Questi due atleti, molto diversi tra loro, si sono dimostrati anche molto vicini per l’eleganza del loro stile di corsa e il profilo di grande fair play dimostrato lungo tutto il percorso.

Durante la notte sono attesi anche gli arrivi del transalpino Yann Bonanni, del piemontese Luca Moro e dell’altro valdostano Enzo Benvenuto, poi via a via tutti gli altri. Francesca Canepa, leader della competizione in rosa fin dalle prime battute, è attesa sul traguardo di Cogne intorno alle 8 di oggi.

© 2016, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*