Pubblicato il: ven, Ott 13th, 2017

L’archivio di Ardito Desio al Museo di storia naturale di Udine

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

ardito-desio

L’archivio di Ardito Desio (Palmanova, 18 aprile 1897-Roma, 12 dicembre 2001), uno dei maggiori esploratori e geologi italiani, sarà ceduto in comodato gratuito dalla figlia Maria Emanuela al Museo Friulano di Storia Naturale del Comune di Udine, che si occuperà di completare la schedatura e della valorizzazione del materiale custodito.
L’Archivio, attualmente situato a Roma, è costituito da un ricco patrimonio storico-documentario, cartaceo, fotografico e oggettistico, che va dai primi del ‘900 al 2000, risulta praticamente integro e testimonia l’attività scientifica e tecnica svolta da Desio attraverso studi, ricerche, esplorazioni e oltre quindici spedizioni in tutti i continenti, in particolare in Asia e Africa. E’ in avanzata fase di organizzazione e informatizzazione al fine di renderne più agevole la consultazione. Comprende circa 450 faldoni (per un totale di oltre 200.000 documenti) di materiale relativo alle consulenze di Desio tra le quali quelle sulla frana del Vajont, sul Cern di Ginevra, sull’autostrada Milano-Roma, sui trafori alpini, su un’ottantina di progetti di dighe nel mondo, ma anche profili sismici vari, studi di ghiacciai, l’organizzazione della spedizione al K2 del 1929 e del 1954.

fonte: ansa

© 2017, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*