Pubblicato il: sab, Gen 17th, 2015

Luca Matteotti campione del mondo snowboardcross a Kreischberg. Michela Moioli bronzo

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Campionati del Mondo snowboardcross di Kreischberg (Austria): nella prima giornata della rassegna iridata Luca Matteotti si è infatti laureato campione del mondo, dopo che pochi minuti prima la sua compagna di squadra Michela Moioli si era aggiudicata la medaglia di bronzo nella gara femminile.
Una giornata entusiasmante in terra austriaca quella di ieri, con un Luca Matteotti che con il passare dei turni assumeva sempre più coraggio e, dalla semifinale, saliva letteralmente in cattedra: rapido alla partenza per andare a conquistare subito la leadership della batteria e poi agile tra i numerosi trabocchetti del percorso fino al traguardo. Già arrivare in finale poteva essere un risultato importante, una medaglia sarebbe stata l’apoteosi, ma Matteotti oggi voleva e poteva fare di più, e così è stato: la finale è stata più combattuta, ma la gestione di gara dell’azzurro è stata a dir poco esemplare, andando a chiudere tutti gli spazi necessari agli avversari fino al traguardo, tagliato a braccia alzate davanti al canadese Kevin Hill e allo statunitense Nick Baumgartner.
La squadra azzurra festeggia al traguardo il proprio compagno, ma i festeggiamenti erano già cominciati qualche minuto prima in occasione della finale femminile dove Michela Moioli aveva conquistato una fantastica medaglia di bronzo. luca matteottiPer lei la strada era stata un po’ più complicata rispetto a Matteotti, tanto che ai due terzi della semifinale era praticamente fuori dai giochi. La caduta di due avversarie aveva però permesso all’azzurra di rientrare in gara e di andare a conquistare la finale. Qui l’atteggiamento è cambiato, una buona partenza le ha subito permesso di essere davanti alle avversarie e di giocarsi le sue chances: una piccola sbavatura a metà gara ha però consentito il rientro della statunitense Jacobellis e della francese Moenne-Loccoz, che andranno ad aggiudicarsi, rispettivamente, l’oro e l’argento, precedendo di un soffio la ventenne bergamasca.

moioli

Luca Matteotti può ora gioire dopo che nel 2011 a La Molina aveva chiuso la finale al 4° posto, senza dimenticare le Olimpiadi di Sochi dello scorso anno, dove finì 6°. Lo stesso discorso vale anche per Michela Moioli, dato che quella di ieri era per lei la prima gara dopo la finale olimpica di Sochi del febbraio scorso, dove proprio nel tentativo di andare a conquistare la medaglia di bronzo cadde e si ruppe il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro.
Oltre alla rivalsa personale dei due atleti, il successo di oggi premia tutta la squadra azzurra di snowboard, che negli ultimi anni ha saputo assumere un ruolo di primissimo piano in campo internazionale. Allenamenti assidui in estate presso la sede del Centro Sportivo Esercito e in autunno tra il Passo dello Stelvio e Breuil Cervinia, unitamente al duro lavoro dei tecnici nel preparare al meglio i tracciati e nel trovare sempre nuove soluzioni nei materiali, sono tutti elementi che hanno portato agli importantissimi successi di questi anni, sfatando anche il tabù che non voleva, prima d’oggi ovviamente, nessun azzurro sul podio iridato dei campionati del mondo di snowboardcross.

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*