Pubblicato il: ven, Lug 24th, 2015

Marco Confortola: “Non lamentatevi dei prezzi nei rifugi. Ecco perché…”

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Pubblichiamo integralmente questa riflessione dell’alpinista e guida alpina Marco Confortola:

 

marco confortola

 

Amici miei buon giorno,

oggi vi vorrei raccontare con semplicità e senza annoiarvi le difficoltà dei rifugisti nel rifornire i propri Rifugi. Oggi ho assistito all’ennesima discussione di due turisti che si lamentavano del costo eccessivo di due bibite.

Essendo una Guida Alpina ormai da ben 26 anni e testimonial di Asso Rifugi mi sento in dovere di fare chiarezza per quanto riguarda i rifornimenti ai vari Rifugi Alpini e il costo effettivo di tutti i generi alimentari (bibite-carni-verdura) ecc.

I carichi vengono fatti in funzione alla posizione del Rifugio, con jeep, teleferiche, motocariole, elicotteri o in casi veramente estremi pure a spalle.

Mi piacerebbe far capire a tutti coloro leggessero questa mia news, che i Rifugisti hanno una vita difficile non solo sui carichi, ma mille difficoltà legate alla captazione dell’acqua, alla energia elettrica che a volte viene ricavata da pannelli fotovoltaici o da gruppi elettronici, allo smaltimento rifiuti ( che vengono trasportati a valle) e a tutte le conseguenze che la quota e le avversità meteo rendono tutto più difficile.

Una semplice lattina, bottiglia di vino, sacco di farina, scatolame come sugo per pasta, pacco tovaglioli ecc ecc prima di arrivare a destinazione in rifugio ha come minimo cinque passaggi di mano.

Sembra assurdo,eppure fate voi il conto su un rifugio con teleferica i passaggi sono;

1 da magazzino grossista viaggio furgone verso magazzino rifugio

2 arrivo magazzino rifugista scarico

3 magazzino rifufista carico jeep

4 scadico jeep carico motocariola

5 scarico motocariola carico teleferica

6 scarico teleferica carico motocariola

7 scarico motocariola sistemazione magazzino rifugio

8 magazzino rifugio bancone Bar.

Come potete vedere questa è una delle tante storie di un carico a un rifugio, e ci si chiede come mai una bibita costa di più a 3000 m. Semplice …….

Amici miei ricordate, i rifugisti sono I Veri Costudi della Montagna e loro dedicano la loro vita al servizio del Turista…

Chissà forse vi ho annoiato, ma sicuramente quando entrerete in un Rifugio e berrete un semplice caffè o pranzerete vi ricorderete di questo mio insegnamento.

I Rifugisti sono lassù in mezzo a mille difficoltà per offrire un servizio.

Buona giornata a tutti.

 

Ciao Marco

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox