Pubblicato il: mar, Ago 4th, 2015

Nasce Parco del Monviso e il sindaco dichiara il lutto cittadino in paese

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Accade a Casteldelfino, 170 abitanti in alta valle Varaita, nel Cuneese. Il timore è che il Parco comporti anche per i paesi limitrofi vincoli agricoli e pastorali. Nelle settimane scorse diverse raccolte di firme

monviso

 

Nasce il Parco Naturale del Monviso e il sindaco proclama un giorno di lutto cittadino. Accade a Casteldelfino, 170 abitanti in alta valle Varaita, nel Cuneese. Il timore è che il Parco comporti anche per i paesi limitrofi vincoli agricoli e pastorali.”E’ stato commesso un omicidio politico della volontà popolare di avere una montagna libera da vincoli e condizionamenti- dice il sindaco Domenico Amorisco – che non impediscono le tradizionali attività lavorative montane”.

Tutto è nato durante il consiglio comunale dello scorso 1° agosto. La mozione del capogruppo Sonia Garnero e dei consiglieri Ernesto Dao, Chiaffredo Marchetto, Giuseppe Bergia e Matteo Massimino che, avuta notizia dell’avvenuta istituzione del Parco del Monviso nell’ambito della legge di riordino del sistema di gestione delle aree protette approvata dal  Consiglio Regionale del Piemonte nella seduta del  28 luglio, impegna il Sindaco a proclamare il lutto cittadino in occasione della promulgazione della legge da parte del Presidente della Giunta regionale o della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.

La mozione, dopo la dichiarazione di condivisione della richiesta fatta dai cinque consiglieri da parte del  sindaco e quelle di assenso del vicesindacoLorena Giachino e dell’assessore Giovanni  Chapel era stata posta in votazione, riscuotendo l’ovvia unanimità dei consensi.

 

Sul tema nelle settimane scorse sono partite in zona varie forme di protesta, tra le quali le raccolte di firme. Il sindaco: “Con l’avvenuta istituzione del Parco del Monviso nell’ambito della legge approvata in Regione da una maggioranza democratica (PD) di cui è rimasto solo il nome sulla carta è stato violentato il fronte del ‘No al Parco del Monviso’ rappresentato, oltre che da Enti e Associazioni diverse, anche da 1.026 firme di liberi cittadini raccolte dal Comune di Casteldelfino in Valle Varaita  e da altre  1.557 firme raccolte dal Compensorio Alpino CN1 in Valle Po”.

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox