Pubblicato il: mar, Dic 13th, 2016

Ok Reasta, anche l’Abruzzo introduce il soccorso alpino a pagamento

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

soccorso

L’Abruzzo ce l’ha fatta! Ha la sua legge sul soccorso alpino a pagamento: la Reasta. Oggi è stata votata e approvata dal consiglio regionale la legge sull’Istituzione Rete Escursionistica Alpinistica Speleologica Torrentistica Abruzzo (REASTA) per lo sviluppo sostenibile socio-economico delle zone montane e nuove norme per il Soccorso in ambiente montano. Un iter lungo, partito dai promotori Pietrucci e Monticelli e che ha visto nel maestro di sci, Paolo De Luca, un forte sostenitore.

Inizialmente pareva che il provvedimento prima in Commissione e poi in Consiglio potesse essere giunto a destinazione, ma poi il blocco “politico”. Ma ormai è acqua passata. La reasta è realtà dopo tanti tavoli di concertazione allargati con guide alpine, maestri di sci, soccorritori ed esperti del settore.

Pietrucci Valorizza e promuove il nostro patrimonio: punta sulla formazione e su un uso più consapevole delle nostre montagne.

La Reasta, ironia della sorte, sopraggiunge a pochi giorni dal caso degli escursionisti romani soccorsi sul Gran Sasso con abbigliamento ed attrezzatura inadeguata, addirituttra con scarpe da ginnastica e pantolincini corti.

Monticelli L’imperizia degli escursionisti, abbigliamento e attrezzatura non adeguata, sottovalutazione del rischio sono tutti elementi che nella nuova legge sono indicati come caratteristiche per far pagare l’intervento a chi si avventura senza la cognizione di quello che sta facendo.

Nei prossimi giorni torneremo sulla Reasta, illustrando i contenuti della nuova legge.

Nel frattempo vi rimandiamo alla proposta di legge: leggi qui

© 2016, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. La speranza è che “gli spacconi della montagna” mettano giudizio!Occorre ora decidere chi interviene per fare il soccorso. IL PUBBLICO IL PRIVATO O I VOLONTARI? Il privato costa caro, si è valutata questa idea. I volontari, pur essendo persone preparatissime, non hanno un mezzo utilissimo per la maggior parte degli interventi… L’ELICOTTERO! Io affiderei il soccorso al PUBBLICO, inteso FORZE DELL’ORDINE.(FORESTALE GUARDIA DI FINANZA VIGILI DEL FUOCO ECC.). Sono persone addestrate, hanno in dotazione gli elicotteri, lavorano e quindi non aumentano i costi. Vedremo!

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*