Pubblicato il: sab, Giu 4th, 2016

Ragni a destinazione: via all’avventura polare a Baffin

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Della Bordella, Schiera e De Zaiacomo arrivati a Clyde River; il clima non è dei migliori al momento. Qui vi sono pareti inviolate di mille metri

baffin della bordella

foto: pagina Facebook Della Bordella

 

Siamo arrivati a Clyde River, -1 gradi e nuvoloso, il clima non invoglia proprio a scalare, ma migliorerà”. Matteo Della Bordella, Luca Schiera, Matteo De Zaiacomo, insieme ai belgi Nico Favresse e Sean Villanueva, sono arrivati all’isola di Baffin. Uno dei paradisi della scalata. Nulla di definito, nessuna vetta precisa ma rocce da scalare. Sono partiti così, un po’ all’avventura. Destinazione costa orientale di Baffin, nella zona del Sam Ford Fjord. Qui vi sono pareti anche di mille metri ancora inviolate, scalate soprattutto in artificiale. I Ragni tenteranno di scalarle in libera.

Circa la metà della popolazione di Clyde River è (Canada) al di sotto dei 18 anni, e il numero degli abitanti è in rapido aumento. Nella comunità vi sono una scuola, due negozi, una arena, una sala comunale, una chiesa, un centro medico, un hotel e il Clyde River Airport. Da questo partono voli regolari per Iqaluit e Pond Inlet. Tante le specie animali, e come si vede dalla foto anche orsi polari.

Questo quanto diceva Della Bordella alla vigilia della partenza: “I bagagli sono fatti e siamo quasi pronti alla partenza! Ma c’era una cosa che dopo averci pensato un po’ su abbiamo deciso di lasciare a casa: le lampade frontali… infatti, salvo eclissi o grotte, non ci serviranno perchè trovandoci al 72esimo parallelo non verrà mai buio. E poi c’era un’altra cosa fondamentamentale che invece stavamo per lasciare a casa: le carte da gioco!! Fedeli compagne di tante ore di attesa in tenda…”

© 2016, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*