Pubblicato il: sab, Ott 24th, 2015

Tre vette inviolate nel Kashmir per gli svizzeri Siegrist, Senf e Abegglen

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Loro sono Stephan Siegrist, Thomas Senf e Dres Abegglen. Sono stati su Bhala 5900m (il Cervino indiano), Tupendeo 5700m e Maha Dev Phobrang 5900m

kashmir siegrist

Photo visualimpact.ch | Thomas Senf

 

Impresa svizzera su tre cime inviolate nella regione del Kashmir dell’Himalaya. Loro sono Stephan Siegrist, Thomas Senf e Dres Abegglen.

“Le montagne – dice Siegrist – possono essere belle e dare stordimento. Nel nord dell’India siamo riusciti a trovare una versione del Cervino. La piramide si trova nella regione quasi inaccessibile prima del Kashmir, la zona conflittuale al confine tra India e Pakistan. La vetta di 6.100m della mappa (secondo le nostre misurazioni, 5.900m sul livello del mare) si pone come una punta di diamante delle catene montuose circostanti e quindi il nome di “Bhala” (lancia)”.

La montagna li ha chiamati e dopo un anno dal primo viaggio si sono dati da fare ed hanno organizzato la spedizione. “Di quella zona – continua Siegrist – poche informazioni, mappe imprecise, a volte intere catene montuose appaiono nel posto sbagliato. Ma per me tutto ciò è stato affascinante. Una partenza verso l’ignoto. Grazie ai buoni contatti e un sacco di fortuna con il tempo, siamo arrivati senza grossi problemi alla “nostra” montagna e siamo riusciti a salire subito. La roccia era fragile, il rischio di pietra e ghiaccio che cadono relativamente grande. Abbiamo raggiunto la cima il 13 settembre 2015 su un percorso che conduce dalla sella tramite una rampa nella parete orientale. Incoraggiati dal successo abbiamo deciso di scalare un’altra montagna, i locali la chiamano la montagna divina “Tupendeo” di 5.700 mt”. E così è stato. Ma i tre non erano ancora sazi.
kashmir

Photo visualimpact.ch | Thomas Senf

 

“Dopo il maltempo – dice ancora l’alpinista svizzero – che ci ha tenuto al campo base per una settimana, abbiamo cominciato a scalare un’altra montagna, che avevamo intravisto: il “Maha Dev Phobrang”. Abbiamo scelto la via più difficile, un bellissimo percorso e siamo arrivati in vetta ai 5.900m sul livello del mare e non 6.300 come riportato dalle mappe. I migliori aggettivi non sono sufficienti per descrivere le condizioni che abbiamo incontrato su questa montagna, semplicemente incredibile”.

 

Bhala (Spear) 5900m, parete NE
Via Copa-Kaban
partenza: 12/09/2015
cima: 13/09/2015
rientro a campo base: 14/09/2015
difficoltà: arrampicata moderata su roccia friabile

 

Tupendeo 5700m, pilastro SE
Via Deokhal
partenza: 18/09/2015
cima: 19/09/2015
rientro a campo base: 19/09/2015
difficoltà: 6a/b, 21 tiri, 800m
note: su alcune mappe è segnata come Tupendo 1 o Druid

 

Te (Kristall) 5900m
Via Chaprasi
partenza: 01/10/2015
cima: 02/10/2015
rientro a campo base: 02/10/2015
difficulty: 5c/6a, 4 tiri, 200m, roccia eccellente
note: arrampicata su neve 60° fino alla cima principale

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*