Pubblicato il: ven, Set 18th, 2015

Ueli Steck e Colin Haley ripetono il pilastro sud del Nuptse. Ma in stile alpino

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
I due alpinisti, svizzero ed americano, partiranno la prossima settimana per l’Himalaya per ripetere la via aperta nel 2003 da Valeri Babanov e Yuri Koshelenko, i quali vinsero il Piolet d’Or per questa salita. Ma lo faranno in stile alpino…

nuptse

 

Ueli Steck torna sull’Himalaya per una grande sfida. E lo fa con un partner nuovo di cordata: l’americano Colin Haley, che ha una grande esperienza in Patagonia. Entrambi hanno in programma di recarsi in Nepal la prossima settimana. Obiettivo: ripetere il percorso del pilastro sud del Nuptse (7804 m), aperta nel 2003 daValeri Babanov e Yuri Koshelenko, i quali hanno vinto il Piolet d’Or per questa salita.

Il punto è che i due alpinisti russi non hanno effettuato che salita in stile alpino. Cosa che intendono fare Steck e Haley.

L’alpinista svizzero è reduce dal progetto 82Summit, è salito sugli 82 Quattromila delle Alpi in 62 giorni. Tuttavia, in Nepal si troverà uno scenario completamente diverso.

 

Il Nuptse (7.861 m s.l.m.) è una montagna del Khumbu, regione del Mahalangur Himal nel Nepal. Si trova a due km a ovest-sud-ovest del Monte Everest nel segmento più a ovest del massiccio Lhotse-Nuptse e infatti il suo nome, in tibetano, significa propriopicco ovest. Il picco più alto, il Nuptse I, è stato scalato per la prima volta il 16 maggio 1961 da Dennis Davis e lo sherpa Tashi, membri di una spedizione britannica. Dopo una lunga pausa il Nuptse è tornato di nuovo un obiettivo per gli alpinisti di alto livello negli anni novanta e 2000 con importanti itinerari posti sulle pareti Sud, Ovest e Nord.

Nel 1997 vi scompare il noto alpinista sloveno Janez Jeglič, al termine della salita della cima nord-ovest effettuata con Tomaž Humar.

La salita del grande ed elegante pilastro sud, tentata più volte da diverse spedizioni, riesce nel novembre 2003 a Valery Babanov eYuri Koshelenko e viene premiata con il Piolet d’Or nel 2004.

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*