Pubblicato il: sab, Lug 11th, 2015

Ueli Steck non si ferma più: ha già scalato la metà dei 4.000 delle Alpi

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Il progetto #82Summits prevede di salire tutte le 82 cime oltre i 4000 metri delle Alpi in 80 giorni, senza mezzi a motore, ma a piedi, con gli sci, in mountain bike e con il parapendio. Il tutto attraversando tre nazioni: Svizzera, Italia e Francia

ueli steck

 

Ueli Steck al giro di boa sulle Alpi: 41 vette ancora da scalare, 41 già scalate. L’alpinista svizzero è partito col suo compagno Michi Wohlleben lo scorso 10 giugno per compiere l’impresa del progetto #82Summits. Il 7 luglio, Steck ha raggiunto la 41ma cima, Zinalrothorn, ma non  Wohlleben che, dopo aver effettuato un duro atterraggio con il suo parapendio, avvenuto dopo il raggiungimento della quarta vetta, ha messo fine al suo viaggio. Il progetto prevede di salire tutte le 82 cime oltre i 4000 metri delle Alpi in 80 giorni, senza mezzi a motore, ma a piedi, con gli sci, in mountain bike e con il parapendio. Il tutto attraversando tre nazioni: Svizzera, Italia e Francia.

 

Dopo l’incidente al compagno, Steck non si è arreso ed ha continuato per la sua strada, scalando le altre vette con la moglie, Nicole Steck; l’alpinista svizzero Andreas Steindl ed Andi Wälchli, un amico di lunga data. Con loro gli altri membri del team.

Il tempo massimo prefissato è per il 29 agosto, ma proseguendo di questo passo la missione è a portata di mano. Un p’ di numeri: se arriverà al traguardo il prossimo 29 agosto (se non prima) Steck avrà scalato 62 miglia verticali e percorso in bicicletta oltre 600 miglia.

 

Il progetto non è nuovo. Non è la prima volta, infatti, e non sono i primi a cimentarsi in tale obiettivo sulle Alpi. Altri lo hanno fatto precedentemente, anche nel recente passato, anche tragicamente. Nel 2004 il francese Patrick Berhault ha perso la vita mentre percorreva la cresta tra il Taschhorn ed il Dom. Nel 2007 ci è riuscito la guida alpina slovena Miha Valic, lo ha fatto in 102 giorni. Però in inverno. Ultimi, in ordine di tempo, gli italiani Franco Nicolini e Diego Giovannini; i due sono saliti in 60 giorni.

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*