Pubblicato il: gio, Mag 28th, 2015

Ultra Trail Amalfi-Positano, si corre nel Paradiso terrestre della Costiera

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Un percorso impegnativo di 50 km e 4.200 metri di dislivello tra i territori più suggestivi e celebrati al mondo e patrimonio Unesco. Si terrà domenica 31 maggio

ultra trail amalfi positano

 

Tutto pronto per l’Ultra Trail Amalfi-Positano, gara suggestiva in un Paradiso terrestre quale la Costiera a ridosso tra Salerno e Napoli.

“Questo – scrivono gli organizzatori – è uno dei territori più suggestivi celebrati al mondo, patrimonio Unesco. Uno spettacolo impressionante, un paesaggio meraviglioso, eppure queste montagne continuano a rappresentare “l’altra faccia della costiera”, bella, stimolante, ma tutta ancora da scoprire da vivere, da godere.

La penisola Amalfitano-Sorrentina divide il Golfo di Napoli dal Golfo di Salerno, risulta essere morfologicamente formata in prevalenza da rilievi con pendici molto o mediamente acclivi, interrotti da stretti valloni fluviali e da limitate aree pianeggianti. Il desiderio della scoperta, della conquista, l’amore per la natura, il nuovo bisogno del genuino, dell’autentico, del selvaggio, la nostalgia della tradizione, della storia rendono questa costa particolarmente ambita e ricercata da turisti di tutto il mondo.

L’Alta Via dei Monti Lattari è un percorso trekking/trail che offre una vacanza diversa con lo scenario di panorami da favola, lontano dalle congestionate zona della riviera e dal desolante asfalto. Si procede a contatto con la rigogliosa vegetazione mediterranea, fra il candore delle rocce, sospesi tra cielo e mare.

Oggi che è sempre più in aumento il turismo “a passo” è indispensabile difendere e valorizzare la collina ed i monti della costiera dalla barbarie umana. La creazione di una gara ultratrail è nata dalla voglia di far conoscere la bellezza sconvolgente di questi luoghi paradisiaci, “la costa che vede e che non è vista”. Percorre questi sentieri è una terapia antidepressiva.

Il percorso della gara attraversa paesi di ineguagliabile splendore, quali Amalfi e Positano, permettendo, inoltre, di scoprire località che rappresentano “l’altra faccia” di queste zona famose in tutto il mondo: La Valle dei Mulini e delle Ferriere di Amalfi, la frazione Nocelle di Positano e le altre “perle” della Costa d’Amalfi come Praiano, Furore, Scala ed Agerola.

Presente alla manifestazione il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) Servizio Regionale Campania che fornirà un presidio tecnico e sanitario durante la manifestazione sportiva.

“Si tratta – affermano dal Cnsas Campania – di una gara podistica, in ambiente naturale, che percorre, attraverso sentieri, mulattiere e scalinate, la parte alta della Costa d’Amalfi-Positano. Il percorso, lungo 50km con un dislivello positivo di circa 4200 metri, è estremamente impegnativo e molto tecnico, e da regolamento va affrontato in semi-autosufficienza idrica e alimentare. E’ richiesto, pertanto, un accurato allenamento, una buona esperienza escursionistica ed una reale capacità d’autonomia personale.

Ciononostante è necessaria la presenza lungo il tragitto di personale sanitario e di soccorso in ambiente montano, per poter prontamente intervenire nel caso di malori o incidenti.

Per questa ragione il CNSAS sarà presente all’evento sportivo con due squadre operative dotate di presidi sanitari ed attrezzatura tecnica specifica per soccorso in ambiente impervio (barella, corde ecc.). La prima squadra sarà dislocata sul Sentiero degli Dei ed una seconda squadra sarà di presidio ad Agerola pronta a spostarsi velocemente in caso di necessità.

Le squadre del CNSAS saranno affiancate dal personale di staff della gara, strutture sanitarie e alcune associazioni di volontariato.

 

AMALFI POSITANO ULTRATRAIL

50km fra i Monti Lattari e il mare

Gara 50,2 km | 4250 metri D+

 

INFO

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*