Pubblicato il: ven, Nov 27th, 2015

Via libera alla “Bassa Via della Valle d’Aosta”: oltre 40 Comuni in 20 tappe

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Dopo le Alte Vie 1 e 2 la Regione ha inteso rilanciare la promozione turistica della Valle d’Aosta con un nuovo tracciato ciclo-pedonale che metterà in rete le risorse culturali, enogastronomiche e naturalistiche di realtà di bassa e media quota

gran paradiso

 

La Giunta regionale ha dato il via libera all’attuazione del Progetto strategico “Bassa Via della Valle d’Aosta”, finanziato dal fondo Fesr. Verrà realizzato un tracciato ciclo-pedonale ad anello, articolato in 20 tappe, che metterà in rete le risorse culturali, enogastronomiche e naturalistiche di oltre 40 Comuni di bassa e media quota.
«Concludiamo oggi, con l’approvazione del progetto strategico e dei progetti integrati, un iter complesso e articolato  -sottolinea il Presidente Rollandin. – L’intervento ha sicuramente una portata innovativa, incentrata sul “fare rete” e sull’integrazione tra attori e settori. Una modalità di attuazione, questa, che caratterizzerà la programmazione europea per il periodo 2014/20. Auspichiamo ora – conclude – che l’intervento possa raggiungere i risultati attesi, in termini di incremento delle presenze turistiche nella regione».

Le Alte Vie 1 e 2 della Valle d’Aosta, invece, sono due itinerari naturalistici con punti di arrivo o di partenza i comuni di Courmayeur (alta Valle) e di Donnas (bassa Valle).

La prima, detta Alta Via dei Giganti, si snoda sulla sinistra orografica della Dora Baltea lungo un percorso ai piedi dei massicci del Monte Bianco, del Monte Rosa e del Cervino. Suddivisa in 17 tappe giornaliere, ad una quota media di 2000m e con picchi di 3000m, è percorribile da ogni escursionista abituato a camminare in montagna.

La seconda, detta Alta Via Naturalistica, si snoda sulla destra orografica della Dora Baltea lungo iParchi Nazionali del Gran Paradiso e del Mont Avic. Suddivisa in 14 tappe giornaliere, anche questa è percorribile da ogni escursionista abituato a camminare in montagna.

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*