Pubblicato il: gio, Mar 26th, 2015

Viaggi mozzafiato: col Trenino Rosso sulle Alpi svizzere al posto di guida

sms_solidale_944
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Tra vette e ghiacciai si attraversa il patrimonio Unesco nella cabina del macchinista, il quale fornirà informazioni su una tratta unica al mondo

bernina

 

Tutti in prima fila: con le Ferrovie Retiche, che una volta alla settimana spediscono gli amanti del treno in un viaggio spettacolare attraverso il patrimonio mondiale dell’Unesco, questo è possibile: dalla cabina del macchinista il viaggio spettacolare sulla trasversale alpina più elevata delle Alpi diverrà un’esperienza indimenticabile. Oltre alle informazioni di prima mano che il macchinista vi fornirà su questa tratta unica dal punto di vista della tecnica ferroviaria, a ricordo dell’evento riceverete inoltre un documento corredato di foto.

 

Per saperne di più La ferrovia Retica (in tedesco Rhätische Bahn (RhB) e in romancio: Viafier retica) è una compagnia ferroviaria che gestisce una rete di ferrovie a scartamento ridotto (1.000 mm) nel cantone dei Grigioni.

Gestisce 9 linee ferroviarie, per un totale di circa 385 km:

 

  • Coira – Arosa
  • Davos – Filisur
  • Klosters – Susch/Lavin (Ferrovia del Vereina)
  • Landquart – Coira – Thusis
  • Landquart – Davos
  • Pontresina – Scuol-Tarasp (Ferrovia dell’Engadina)
  • Reichenau – Disentis
  • Tirano – Sankt Moritz (Ferrovia del Bernina)
  • Thusis – Sankt Moritz (Ferrovia dell’Albula)

 

La costituzione della Ferrovia Retica si deve all’iniziativa di un olandese, Willem-Jan Holsboer, che fu il promotore principale dellalinea ferroviaria da Landquart a Davos, prima della rete.

La società fu fondata il 7 febbraio 1888 con il nome Schmalspurbahn Landquart-Davos AG (LD). Inizialmente si pensò di costruire una ferrovia a cremagliera per superare le pendenze presenti sul percorso. Fu progettata anche una variante con tre tornanti. Entrambi i progetti furono abbandonati a causa del successo della ferrovia del San Gottardo e fu decisa la costruzione di una linea ferroviaria tradizionale. La costruzione cominciò il 29 giugno 1888.

Nel 1889 fu aperta la tratta tra Landquart e Klosters-Serneus e dopo otto mesi fu aperto anche il tratto finale fino a Davos.

In seguito ai progetti di espansione di Holsboer che intendeva allargare le linee ad altre zone del Canton Grigioni la ragione socialevenne modificata e nel 1895 la società assunse il nome attuale.

Oggi la società è quasi interamente di proprietà pubblica con partecipazioni dello Stato Federale e del Cantone, con solo una percentuale del 5% in mano a privati. Nel 2008 il personale dell’azienda assommava a 1.348 persone.

Le linee ferroviarie dell’Albula e del Bernina tra Thusis e Tirano (sul cui percorso transita in gran parte il Bernina Express) sono state inserite nella lista dei patrimoni dell’umanitàdell’UNESCO il 7 luglio 2008 come esempi tecnicamente avanzati di gestione del paesaggio di alta montagna e come ferrovie a scartamento ridotto più spettacolari del mondo

 

INFO

 

© 2015, ALL RIGHTS RESERVED.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail
Displaying 1 Comments
Have Your Say
  1. Sivio scrive:

    Sarebbe fantastico poter essere in cabina , era il mio sogno fin da bambino….guidare i treni… ora faccio l’idraulico elettricista… grazie e cordiali saluti.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox
Inline
Please enter easy facebook like box shortcode from settings > Easy Fcebook Likebox