Brette Harrington realizza la visione di Marc-André Leclerc sulla Torre Egger

La via l'ha dedicata al compagno scomparso nel 2018 in Alaska

Brette Harrington, Quentin Roberts e Horacio Gratton realizzano il sogno di Marc-André Leclerc alla Torre Egger. E la via l’hanno chiamata così, “Marc-André’s Visión”.

La nuova linea era stata vista nel 2016 da Marc-André Leclerc e la propose proprio a Brette Harrington. Poi sappiamo come è andata, con la morte di Leclerc nel 2018 in Alaskasulle Torri di Mendenhall. Dopo la sua morte Brette Harrington, insieme a Quentin Roberts, ha realizzato una prima esplorazione della via individuata dal compagno scomparso, aprendo 13 tiri fino a 5.12c. Poi si fermò, senza chiuderla.

Progetto completato

Ora era di nuovo in Patagonia ed ha approfittato della finestra di bel tempo dei giorni scorsi ed insieme Roberts e Gratton sono tornati sulla via e l’hanno completata. Hanno trovato ghiaccio nelle fessure e sono stati obbligati ad alcune varianti sul percorso (chiamata Gratton Variaciòn), raggiungendo alla fine il nevaio alla sommità del pilastro e quindi la via “Titanic” sino in punta.

È stata dura

Una via difficile in condizioni difficili date da freddo e ghiaccio. Quattro giorni duri. In alcuni tratti costretti ad utilizzare un solo rampone, all’altro piede una scarpetta da arrampicata. A mani nude o piccozza da ghiaccio.

foto: instagram brette harrington

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close