È morto Andy Pollitt, rockstar dell’arrampicata britannica

A riportarne la notizia è il sito britannico UKClimbing.com: Andy Pollitt è morto. È morto all’età di 56 anni a causa di un aneurisma cerebrale.

Pollitt è stata una delle figure più caratteristiche ed importanti dell’arrampicata inglese tra anni ‘80 e ‘90.

Originario del Galles, era noto anche per il look da rockstar, Andy si distinse nel trad con molte prima salite di E8 ed E9 oltre a vie sportive fino all’8a+. Era innamorato dell’Australia e la sua ossessione per la mitica Punks in the Gym, il primo 8b+ mondiale liberato da Wofgang Gullich. Pollitt ci dedichò anni di dedizione prima di ripeterla e subito dopo averlo fatto, decise quello stesso giorno di vendere tutta la sua attrezzatura e smettere di arrampicare. Da allora si stabilì a vivere in Australia.

La sua vita è raccontata nel libro autobiografico Punks in the Gym.

© 2019, all rights reserved.

Per segnalare refusi, imprecisioni e correzioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*