Everest, attraversiamo un crepaccio sull’Icefall Khumbu

Il video della BBC fa vedere il passaggio di un crepaccio del pericolosissimo ghiacciaio in perenne movimento con seracchi e torri di ghiaccio alte come una casa. Passaggio obbligato per salire in vetta dal versante sud della montagna

Video credit: BBC postato sulla pagina Facebook di Go For Nepal

Tante parole non servono dinanzi alle immagini. Crude. Vere. Questo video dice cosa significa attraversare, testare, un crepaccio dell’Icefall Khumbu sull’Everest. Chi non lo conosce! Parliamo della cascata di ghiaccio immensa che si trova a 5.486 metri, in Nepal, sul fianco del monte Everest non lontana dal campo base. Passaggio obbligato per la via normale che passa dal Colle Sud. E’ una delle fasi più pericolose dell’ascensione alla vetta dell’Everest. E lì tutto è vivo, anche se non sembra. Il ghiacciaio è in perenne movimento. E tale movimento provoca l’apertura di enormi crepacci. Le torri di ghiaccio o seracchi sono noti per crollare improvvisamente. Si stima che il ghiacciaio avanzi di 0,9 – 1,2 metri al giorno.

© 2016, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close