Frane Monviso, chiuso tratto sentiero per Colle di Viso e Rifugio Sella

Possibilità di percorrere sentiero alternativo. L'ordinanza

Frane Monviso: chuso tratto di sentiero per il Rifugio Quintino Sella. L’ordinanza a causa degli eventi franosi che caratterizzano la parete Nord-Est del Monviso a partire dal crollo dello scorso 26.12.2019,. Quindi, a seguito da ulteriori e pressoché continui eventi franosi di minore entità, con ordinanza n. 17/2020 del 7 agosto 2020 il responsabile del Servizio Polizia Locale dell’Unione dei Comuni del Monviso ha disposto l’istituzione del divieto di accesso e transito. Veicolare e pedonale. Ordinanza valida lungo il sentiero CNAV13 che dal Pian del Re conduce al Colle di Viso e al Rifugio Quintino Sella. Nel tratto sottostante la zona attiva ed interessata dalla frana sulla parete Nord, Nord-Est del Monviso, nei pressi del lago Chiaretto.

 

leggi anche Monviso, ancora frane sulla parte nord 

 

Per raggiungere il Colle di Viso e/o il rifugio Quintino Sella, in alternativa al tratto del sentiero CNAV13 interdetto, si può utilizzare il sentiero CNAV13B, che dal lato Est del lago Chiaretto si congiunge più a monte con il sentiero CNAV13, oltre il tratto interessato dalla franaolli. Con la deviazione su sentiero alternativo, un allungamento del tragitto di circa 20 minuti.

Monviso: l’ordinanza

A seguito dell’ordinanza, i guardiaparco del Parco del Monviso hanno provveduto alla collocazione di una esplicita segnaletica di avviso e chiusura del tratto di sentiero in questione, nei tratti a valle e a monte della zona interessata dalle frane, indicando chiaramente la deviazione su percorso alternativo anche attraverso un pannello cartografico.

La mancata ottemperanza all’ordinanza comporta la denuncia all’autorità giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del codice penale. L’ordinanza è consultabile in forma completa sul sito del Comune di Crissolo.

fonte/foto

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button