Il barefooting prende sempre più piede

Camminare a piedi in montagna anche sui Picentini, su Monte Tuoro. Il progetto di barefooting

Barefooting: escursioni a piedi nudi. “Chiusano è montagna” è il progetto di un Comune dei Picentini (Chiusano San Domenico), alle falde di Monte Tuoro (siamo in Irpinia).

La pratica del barefooting ormai sta prendendo piede in tutta Italia. Da alcuni anni in molte località del Belpaese, dalle Alpi all’Appennino si organizzano escursioni a piedi. Basta fare un giro sul web per accorgersi che moltissime località turistiche di montagna in Italia organizzano attività del genere. Dalle Dolomiti alle Alpi occidentali, dalla Sardegna alla dorsale appenninica.

Un complesso di investimenti, dalla riqualificazione della strada della montagna alla ristrutturazione della Casa alloggio, dagli itinerari escursionistici alla valorizzazione dei percorsi di Bike, passando per la strada ferrata e il ponte Tibetano a 1400 metri di altezza. Una grande novità riguarda la realizzazione  del Barefoot montano.

leggi anche Majella, eccezionale ritrovamento: un Menhir del Neolitico

I percorsi di barefooting progettati sono 4

– L’immersione  dei piedi scalzi in un ruscello dopo una lunga passeggiata in montagna.
– L’itinerario delle pietre con vari tipi di pietre montane da poter calpestare.
– la passeggiata sui tronchi montani
– la corsa nel prato con fiori

La pratica del barefoot non fa bene solo al benessere mentale, ma porta benefici soprattutto sul piano fisico. Infatti aiuta a riequilibrare la postura, a riattivare la circolazione e permette di esercitare i muscoli del piede.

“Chiusano è’ Montagna” è’ un progetto già finanziato dai fondi Psr, Por e dall’utilizzo di avanzo di amministrazione ed intende valorizzare l’intero promontorio del Tuoro.

Il sindaco Vivi la Montagna appendendo le scarpe e sentendo il respiro della Terra.

 

Barefooting

Il movimento del barefooting, o gimnopdismo, o scalzismo nasce in Nuova Zelanda attorno agli Anni ’60 da lì approdò negli Stati Uniti, per arrivare, solo in tempi più recenti, anche in Europa.

Si tratta del rifiuto della scarpa, i motivi sono tanti e articolati e vanno dai disturbi provocati dall’utilizzo delle calzature alla fisiologia del piede e alla postura del corpo fino a un più filosofico bisogno di mantenere il contatto diretto con la Madre Terra.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Un Commento

  1. In Campania il primo percorso barefoot si trova ad Atripalda all’interno del parco pubblico San Gregorio. Fa parte del parco avventura il pettirosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button