Il Consiglio di Stato: l’orsa JJ4 torna libera

L'orsa lo scorso giugno aveva aggredito due uomini sul monte Peller. Le motivazioni

L’orsa JJ4 torna libera. Ricorderete, è l’orsa che lo scorso 22 giugno aveva attaccato due uomini, padre e figlio, sul monte Peller.

A deciderlo è il Consiglio di Stato. Che ha sospeso l’esecutività dell’ ordinanza della Provincia di Trento che dispone la cattura dell’orsa.

La sospensione è fino alla discussione collegiale cautelare, fissata per il 19 novembre prossimo. Si tratta di un decreto del presidente della Terza Sezione Franco Frattini.

Il presidente della Pat Maurizio Fugatti

Se domani mattina JJ4 attaccherà una persona come purtroppo è già avvenuto la responsabilità non sarà del presidente della Provincia autonoma di Trento ma di questa decisione, presa peraltro unitariamente, del Consiglio di Stato. Se nei prossimi giorni dovesse accadere un fatto di questo tipo noi non avremo responsabilità nei confronti degli eventuali aggrediti. Si vede poche volte un provvedimento con questa urgenza ma ovviamente ne prendiamo atto. Crediamo però che non faccia gli interessi della comunità trentina.

Orsa JJ4: Enpa e Oipa

È una sentenza importantissima ed estremamente articolata e chiara, che afferma l’esigenza di una riforma totale dell’ordinanza che Maurizio Fugatti ha pervicacemente voluto e difeso ricevendo, pochi giorni fa, il sostegno del Tar di Trento.

 

leggi anche Lav: Orso M49 rifiuta il cibo. I 3 orsi sotto stress bombardati di psicofarmaci

 

Tra le motivazioni della decisione del Consiglio di Stato vi è il futuro dei suoi cuccioli. Un danno irreparabile, dicono. E poi il fatto che tra poco per l’orso è tempo di letargo. Così come si fa riferimento anche alle condizioni attuali al Centro Casteller.

foto

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button