In 2000 in piazza per le Alpi Apuane: no a nuove cave

Per le vie di Massa circa 2000 persone per dire no all’apertura di altre sette cave sulle Alpi Apuane e salvare lo storico rifugio Aronte

Erano circa 2.000 le persone in piazza sabato scorso a Massa per dire “no” all’apertura di altre cave sulle Alpi Apuane. I nuovi siti, dovrebbero essere sette, sarebbero previsti all’interno del nuovo regolamento degli agri marmiferi del Comune di Massa. La manifestazione è stata organizzata dal Cai di Massa e hanno partecipato tutte le sezioni provinciali della Toscana, con una rappresentanza anche del Cai regionale.

In primo piano la salvezza dello storico rifugio Aronte a 1.600 mt.

Oltre al Cai alla manifestazione erano presenti tante sigle ambientaliste, a partire da Italia Nostra e il gruppo locale Fridays For future.

Si è tenuto anche un concerto al Passo della Focolaccia, nei pressi del rifugio Aronte. A organizzare l’evento musicale il gruppo Staindubatta. A 1.600 mt di quota erano presenti un centinaio di persone.

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close