La Compagnie des Guides di Chamonix compie 200 anni

Per l'anniversario grande festa il 15 agosto 2021 con una mostra e un appello a tutte le guide e ai familiari per recuperare notizie, oggetti, materiali al fine di arricchire il Museo

La Compagnie des Guides de Chamonix celebrerà il suo 200° anniversario. Per celebrare questo anniversario, è in preparazione una mostra e un appello a tutte le guide e alle loro famiglie per il recupero degli archivi. Obiettivo: arricchire il fondo della memoria del museo.

Ogni anno da 200 anni, ogni 15 agosto, il tradizionale festival delle guide di Chamonix attira migliaia di persone, turisti, alpinisti.

Entrare nel museo significa aprire più capitoli, attraversare due secoli di storia.

Dalla Compagnie E anche se la professione di guida è cambiata e se i clienti sono cambiati, l’essenza della professione è immutabile, sulle orme di Frison-Roche, Rebuffat o Lachenal.

 

 

Il Museo Alpino è alla ricerca di segreti, aneddoti, oggetti e soprattutto “ritratti di guide e guide di media montagna che hanno fatto parte della Compagnia dall’Ottocento ad oggi”.

Un po’ di storia

La Compagnie des Guides de Chamonix fu creata nel 1821 in seguito a un incidente sul Monte Bianco in cui persero la vita le guide Auguste Tairraz, Pierre Balmat e Pierre Carrier. Viene istituito un fondo di solidarietà per aiutare le famiglie in lutto e viene stabilito un principio di equa distribuzione del lavoro: nascono la Caisse de Secours e il Tour de Rôle. La Compagnia contava allora 34 membri tra cui Jacques Balmat, che scalò il Monte Bianco nel 1786.

 

Maison de guide chamonix
foto: chamonix.com

Questo periodo è segnato da una vera e propria mania della borghesia anglosassone per l’alta montagna. Gran parte dell’arco alpino resta da scoprire e la caccia alle prime salite è in pieno svolgimento. Il decennio 1855-1865 è considerato il “periodo d’oro dell’alpinismo” perché è senza dubbio il più prolifico nella storia dell’alpinismo.
Michel Croz e il suo cliente Edouard Whymper sono sicuramente una delle cordate più famose dell’epoca. Nel 1865 effettuarono la prima salita dell’Aiguille Verte, delle Grandes Jorasses e del Cervino, dove Michel Croz morì tragicamente durante la discesa.

Poi una lunga storia di conquiste, di uomini, di cordate e amicizie, di montagne… sino ai giorni d’oggi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button