La meridiana di Eliasson sul Ghiacciaio di Senales

Posta a oltre 3.000 metri è dedicata all'agonia dei ghiacciai a causa del cambiamento climatico. Il percorso

Meridiana sul Ghiacciaio del Senales dedicata all’agonia dei ghiacciai a causa del cambiamento climatico. L’installazione è realizzata da Olafur Eliasson, sul ghiacciaio Giogo Alto, a oltre 3.000 metri di quota. L’opera è dell’artista islandese-danese, che ha già ‘firmato’ la famosa cascata artificiale d’acqua a New York.

Meridiana Ghiacciaio Senales: l’installazione

Si articola su un sentiero alpino lungo 410 metri con nove porte distanziate ad intervalli calibrati proporzionalmente alla durata delle ere glaciali della terra. Al termine del suggestivo percorso si apre un padiglione formato da grandi anelli di acciaio e vetro.
Il visitatore può entrare all’interno del padiglione usandolo come uno strumento astronomico, puntando cioè lo sguardo sugli anelli circostanti, che seguono il percorso apparente del sole nel cielo. Gli anelli dividono l’anno in intervalli di tempo uguali: l’anello superiore segue il percorso del sole nel solstizio d’estate; quello centrale l’equinozio, e l’ultimo il solstizio d’inverno.

Ogni anello è a sua volta suddiviso in lastre di vetro rettangolari che coprono un arco di 15 minuti del movimento del sole attraverso il cielo, consentendo allo spettatore di determinare l’ora del giorno in base alla posizione del sole.

 

leggi anche Viticoltura eroica in fermentazione

 

Segnando l’orizzonte, i punti cardinali e il movimento del sole, l’opera d’arte dirige l’attenzione del visitatore verso una prospettiva planetaria che si focalizza sui cambiamenti climatici che stanno influenzando direttamente anche il ghiacciaio del Giogo Alto. I vetri del percorso solare sono colorati di varie tonalità di blu sulla falsariga del cianometro, una scala sviluppata nell’Ottocento per misurare l’azzurro del cielo. Il vetro colorato filtra e riflette la luce e le radiazioni solari, comportandosi come una mini-atmosfera.

I ghiacciai – ha spiegato Eliasson – stanno scomparendo a causa del cambiamento climatico. Non si tratta solo di un’opera d’arte, ma anche di una sorta di meridiana per stabilire l’ora del giorno, ma anche il mese e l’alba e il tramonto. Purtroppo il cambiamento climatico sta travolgendo tutto.

fonte/foto

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button