Majella, muore in montagna mentre raccoglie orapi

L'uomo, di Sulmona, era sul monte Morrone (Majella) quando ha accusato un malore

Majella, tragedia oggi sulle montagne del Morrone per un uomo che stava raccogliendo orapi. Ha accusato un malore durante un’escursione ma ha fatto in tempo a chiamare i soccorsi. Dice loro anche la zona dove si trova. Ma quando sono arrivati i sanitari del 118 con l’elisoccorso e una ambulanza, l’escursionista era già morto.
L’accaduto sul “Sentiero delle Signore” tra Caramanico Terme  e Sant’Eufemia a Maiella.

A perdere la vita un operatore sanitario dell’ospedale di Sulmona, il 65 enne Fernando Di Benedetto. L’uomo era uscito in montagna per raccogliere orapi, era insieme ad alcuni amici. Sul posto sono intervenuti il 118 di Pescara e la Life di Caramanico Terme. La salma condotta all’obitorio dell’ospedale di Pescara. Lascia la moglie e due figli.

Gli orapi

La zona del Morrone sulla Majella dove è avvenuta la tragedia è ricca di orapi. Il Farinello buon-enrico (nome scientifico Chenopodium bonus-henricus L., 1753), in Italia centrale chiamato Orapo, è una pianta erbacea perenne ed edule della famiglia delle Chenopodiaceae, diffusa in tutta la penisola italiana.

Una pianta dalle ottime qualità nutritive e da un sapore che ai più piace. È uno spinacio, selvativo. Negli ultimi anni ha acquisito anche un notevole valore economico. Tanto che un kg raggiunge alcune decine di euro. Fatto che, purtroppo, ne sta causando un raccolto indiscriminato.

Monte Morrone

Le montagne del Morrone sono un gruppo montuoso dell’appennino abruzzese che sovrasta la città di Sulmona, racchiuso tra la Valle Peligna a ovest, il fiume Aterno a nord e la Majella ad est, dalla quale è separato dalla valle del torrente Orte. Inserito nel territorio della Comunità Montana della Maiella e del Morrone, interessa i territori dei comuni di Sulmona, Pratola Peligna, Roccacasale, Pacentro, Corfinio, Sant’Eufemia a Maiella e Caramanico Terme e fa parte del Massiccio della Maiella.

Descrizione

Il gruppo montuoso è costituito da una dorsale stretta ed allungata, compatta ed aspra al contempo, costituita da rocce calcaree e dolomitiche molto compatte, che precipitano nella piana di Sulmona tra balze rocciose scoscese, sulla cui sommità si trovano le cime principali del gruppo (Monte Morrone, 2061 m; Monte Rotondo, 1731 m; Monte Corvo 1128 m).

Costituiscono una riserva naturale protetta inserita nel Parco nazionale della Majella, e sono meta di escursioni alpinistiche. La vegetazione è costituita sui versanti boscosi sopra i 1000 m dalla faggeta e dal Pino mugo, mentre le parti più elevate sono occupate da una prateria a Festuca circummediterranea che ospita un’orchidea rarissima, la Nigritella rubra widderi, una delle specie più preziose dell’intera area.

leggi anche Farinello buon-enrico, buono per palato e salute

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button