Pnalm, turisti inseguono mamma orsa e cuccioli per una foto: due si perdono

Orsa coi cuccioli per le vie di Pescasseroli, nel cuore del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Alcuni turisti presenti quella sera, era il 24 agosto, li hanno inseguiti prima in auto e poi a piedi, facendoli fuggire dalla paura. Obiettivo: fare una foto ricordo, un video. Conclusione: separazione dei cuccioli dalla mamma che li ha persi durante la fuga. Due dei suoi tre cuccioli.

Il Pnalm:

L’orso non deve diventare un oggetto del nostro irrefrenabile desiderio di possedere. Si sta lavorando per il ricongiungimento.

Uno dei due orsetti dispersi è stato ritrovato.

Il sindaco di Pescasseroli, su richiesta del Parco, ha emesso un’ordinanza che vieta di avvicinarsi agli orsi a una distanza inferiore ai 300 metri a piedi, in auto o con altri mezzi.

Il video dell’Associazione Albergatori e Operatori turistici del Pnalm:

L’appello dell’Ente:

L’orso non deve diventare un oggetto del nostro irrefrenabile desiderio di ‘possedere’, piuttosto diventiamo consapevoli dell’importanza di conoscerlo e quindi di rispettarlo. Cambiamo approccio e dimostriamo di saper convivere con gli orsi.

© 2019, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button