Pubblicato il: Mer, Ott 31st, 2018

Sibillini, il Rifugio Zilioli sarà ricostruito ex novo

sms_solidale_944
Facebooktwitterlinkedintumblrmail

Nuova vista al Rifugio Zilioli sul Vettore, Sibillini. La Fondazione Carisap ha deliberato lo stanziamento di 185mila euro per ricostruire ex novo lo stabile chiuso dopo essere stato danneggiato dal terremoto dell’agosto 2016.

Il rifugio costruito alla fine degli anni Cinquanta si trova a 2.250 metri di altezza. Il rifugio è molto frequentato dagli escursionisti, considerata la sua ubicazione. La struttura, infatti, è situata in località Sella delle Ciaule presso Forca di Presta. Un sito bellissimo, in mezzo all’anfiteatro del gruppo del Vettore, tra la cima del Redentore ed il monte Vettore, la cima più alta dei monti Sibillini.

È dedicato a Tito Zilioli per ricordarne la sua scomparsa. Zilioli era un alpinista ascolano, morto accanto al Vettoretto, presso il sentiero di accesso al rifugio, dopo aver effettuato con tre amici la prima invernale della via del Canalino.

Nell’anno 1981 la costruzione è stata ampliata. Nel periodo tra il 2004 ed il 2005 un processo di accurato restauro, sia delle mura esterne che degli infissi e dei locali interni, è stato reso possibile anche grazie al trasporto dei materiali necessari per mezzo di un elicottero del Corpo forestale dello Stato.

È raggiungibile da Forca di Presta, percorrendo la via che sale verso il Monte Vettore camminando per circa un’ora e 45 minuti. Si arriva al rifugio anche partendo da Foce di Montemonaco seguendo il percorso che conduce al lago di Pilato con un tempo di poco inferiore a 4 ore di cammino.

  

foto: castellucciodinorcia.it

© 2018, all rights reserved.

Per segnalare refusi, imprecisioni e correzioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Facebooktwitterlinkedintumblrmail
Inline
Inline