Svizzera, modificati confini cantonali per realizzare stazione sul Titlis

I Cantoni di Berna e Obvaldo hanno modificato un fazzoletto di terra tra i 2.000 e i 3.000 metri al fine di far autorizzare il progetto

Pragmatica Svizzera. I Cantoni di Berna e Obvaldo hanno modificato i propri confini – parliamo di un fazzoletto di terra tra i 2.000 e i 3.000 metri di quota – per autorizzare il progetto di una nuova stazione su una delle montagne simbolo delle Alpi svizzere. Il Titlis.

In pratica il progetto della nuova stazione cadeva su entrambi i territori cantonali e pertanto la linea di confine è stata modificata. Obiettivo: far ricadere la stazione in un solo territorio, con tutti i vantaggi che ne conseguono in termini di pianificazione e costruzione dell’opera.

I due cantoni in questione, già in passato hanno optato per tale soluzione.

Ma non è andata sempre così liscia. Il portale RSI ricorda che più di una ventina di anni fa vi è stata una controversia tra Berna e Vallese per il ghiacciaio della Plaine Morte. Ed è toccato al Tribunale federale definire a chi apparteneva quel territorio.

fonte: rsi.ch/ foto: swissfamilyfun.com

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close