Tamara Lunger: Il K2 non ci farà vivere una cosa semplice

L'alpinista altoatesina e Alex Gavan hanno raggiunto Campo 1 per acclimatarsi

Invernale K2: anche Tamara Lunger in questi ultimi giorni ha effettuato una rotazione in montagna per acclimatarsi.

Sentiamo le sue impressioni.

Lunger E’ tutto diverso qui al K2 da quando sono stata nell’estate del 2014! Io e Alex Gavan siamo rientrati al Campo Base dopo 2 notti sulla montagna, una notte al Japanese Camp, a circa 5800 m. e una a Campo 1, più o meno a 6100 m., giusto prima di qualche giorno di meteo brutto.
Da quello che vedo e sento, capisco che la cosa fondamentale per poter la cima al K2 senza ossigeno sarà un buon acclimatamento. Quindi mettiamoci in testa di farlo come si deve.
Il K2 con la sua potenza non ci farà vivere una cosa semplice. In alto c’è sempre tanto vento!
Mi immagino sarà la cosa più difficile che andrò a fare! Questo momento della mia vita mi fa scoprire ogni giorno una nuova forza dentro di me e mi sento molto fiduciosa e sorridente, anche se le condizioni qui, tra freddo e vento, non sono delle più facili. Essere cosi vicina alla natura così forte mi regala delle sensazioni altrettanto forti!

LEGGI ANCHE Due nepalesi tentano il Manaslu in inverno in puro stile alpino

 

fonte/foto: facebook lunger

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button