The North Face presenta il docu-film con Pau Capell “Road to Breaking 20”

In occasione dell’edizione 2022 dell’UTMB, THE NORTH FACE presenta “ROAD TO BREAKING 20”, il nuovo documentario con protagonista il campione di ultra trail Pau Capell, vincitore della gara nel 2019 con l’incredibile tempo di 20:19:17.

Con quell’impresa, Pau ha stabilito un nuovo punto di riferimento e molti si sono chiesti: “Quanto può essere veloce questa gara? Mentre Pau e il mondo del trail riflettevano sulla questione, l’atleta ha trovato una nuova ispirazione in una leggenda della corsa, Eliud Kipchoge l’atleta keniota che, due mesi dopo la vittoria di Pau all’UTMB, ha compiuto l’impossibile infrangendo la mitica barriera delle 2 ore nella maratona di Vienna.

 Mentre il mondo celebrava questa dimostrazione di genio sportivo, Pau osservava e si chiedeva se sarebbe riuscito a fare lo stesso, se sarebbe riuscito a superare non le due ore, ma le venti.

 Per gli atleti d’elite infatti, la domanda più frequente dopo aver concluso una gara, o aver conquistato un titolo o un podio è “E adesso cosa succederà? Quale sarà il prossimo obiettivo?” e Pau aveva trovato la risposta, aveva capito quello che sarebbe successo dopo.

Il progetto di Pau Capell 

All’inizio del 2020, mentre Pau cominciava a pianificare seriamente la sua impresa, il suo mondo e quello di milioni di persone è crollato a causa della pandemia COVID-19. Nonostante l’impossibilità di allenarsi all’aperto e in montagna per gran parte della stagione primaverile, il desiderio di Pau di affrontare la sfida è rimasto intatto e ha dunque deciso di affrontare il percorso da solo.

 A causa di una preparazione atletica inevitabilmente limitata e delle condizioni ambientali non proprio favorevoli, Pau non è riuscito a raggiungere il suo obiettivo. Nonostante questo però si è impegnato per concludere brillantemente il percorso, attirando un nuovo esercito di fan pronto a celebrare la sua determinazione, la sua grinta e il suo vero amore per la corsa.

 Per Pau, non essere riuscito a compire ciò che si era prefissato è stata solo una battuta d’arresto da cui imparare. Armato di una maggiore esperienza e di una convinzione ancora più forte, Pau è ritornato al lavoro.

 Ispirato da Eliud, Pau si è recato in Kenya, a Iten, la patria della corsa su distanza e situata a quasi 2.400 metri sul livello del mare. Questa terra, che vanta alcuni dei corridori più veloci che il mondo abbia mai visto, è il posto perfetto per chi è alla ricerca della velocità

 Affiancato da Amus e Hillary, Pau si è allenato due volte al giorno alla ricerca della velocità necessaria per andare più veloce di 19 minuti. Ma non è stata la ricerca della velocità l’aspetto più importante di questa esperienza, come ha spiegato Pau:

 

Ho imparato molto in poco tempo e non solo sulla velocità e sulla tecnica: per gli atleti kenioti, allenarsi insieme è davvero molto importante, per spronarsi a vicenda, per aiutarsi, sono amici in allenamento e avversari in gara, una cosa poco comune e che dovremmo davvero imparare anche noi in Europa. Porterò molto di ciò che ho imparato nel mio modo di allenarmi e spero che i risultati si vedano in questa stagione all’UTMB.

 

Il Trailer

  • Il docu-film verrà presentato al pubblico dell’UTMB il giorno 24 Agosto dalle 17 alle 19 presso The North Face Store a Chamonix.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button