Ultime speranze per Boyan Petrov disperso sullo Shisha Pangma

petrov

Ancora nessuna notizia dell’alpinista bulgaro Boyan Petrov (44 anni), scomparso sullo Shisha Pangma (8.027 m) ormai da 5 giorni. L’ultimo avvistamento, dal campo base, giovedì scorso: era nei pressi di c3. Il suo intento era di raggiungere la vetta in solitaria e senza ossigeno dal versante tibetano.

I soccorritori, un ucraino e tre sherpa, sabato hanno trovato solo la tenda e il sacco a pelo. Il meteo non era dei migliori. Tanto che i soccorritori hanno dovuto fare dietro-front.

Il compagno del bulgaro, Kein Dávid, dà oggi notizia di un’altra probabile ed imminente salita in montagna. A peggiorare la situazione il fatto che Petrov è dibetico ma sa il fatto suo. Ha sulle spalle 10 Ottomila senza ossigeno. Di professione è zoologo e lavora al Museo di Storia Naturale di Sofia.

© 2018, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button