Val Masino, precipita e muore mentre insegna al nipote ad arrampicare

La tragedia è avvenuta stamattina sul Sasso di Remenno. Il 73enne, del Comasco, è morto sul colpo

Tragedia oggi in Val Masino, un uomo di 73 anni (del Comasco) è morto mentre era impegnato in una scalata sul Sasso di Remenno. Sul posto sono intervenute le squadre del Soccorso Alpino della VII Delegazione di Valtellina e del Sagf e della guardia di finanza di Sondrio, oltre che i vigili del fuoco del distaccamento di Morbegno.

L’incidente

Secondo le prime informazioni l’uomo sarebbe precipitato da un’altezza di circa 20 metri, mentre era impegnato in una lezione dimostrativa al nipote di 42 anni proprio sul Sasso di Remenno. Pare fosse presente anche il genere del malcapitato. Indagano i carabinieri di Ardenno (in provincia Sondrio), che hanno informato il magistrato di turno per avere l’autorizzazione alla rimozione della salma.

Il Sasso di Remenno

È il più grande monolito roccioso d’Europa, con un volume di oltre mezzo milione di metri cubi, sceso a valle a causa di un grosso franamento dalla Valle di Preda. Vi sono numerosi tracciati, su ogni versante. Sul versante nord raggiungono l’8c.

foto: valmasino.info

 

© 2020, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button
Close