Published On: Dom, Apr 28th, 2019

Il Mezzalama (stravolto) vinto dall’Esercito

sms_solidale_944

Michele Boscacci, Robert Antonioli e Matteo Eydallin si aggiudicano un’edizione epica del Trofeo Mezzalama e vincono pure il primo LGC World Championship. Al femminile l’inedito terzetto composto da Alba De Silvestro, Lorna Bonnel e Axelle Mollaret ha confermato i pronostici della vigilia. Anche senza i 4000, tagliati causa meteo, il Trofeo Mezzalama ha regalato forti emozioni.
Lavori straordinari per Adriano Favre e il suo staff che nelle ultime ore prima della partenza e durante la gara si è visto costretto a prendere importanti decisioni per garantire il regolare svolgimento dell’ultima grande classica della stagione. Condizioni meteo davvero estreme hanno costretto al taglio di passaggi mitici quali Castore Naso del Lyskamm e la novità 2019 della Roccia della Scoperta. L’ultima variante, dal Quintino Sella, ha fatto scendere i concorrenti sino alla sorgenti del Lys  attraverso un canale bonificato e messo in sicurezza a tempi di record, e poi risalire sino al Colle della Salsa prima della picchiata finale. GARA UOMINI: La quinta volta di Eydallin, la terza di Boscacci, la prima di Antonioli….Gli alpini vincono il primo LGC World Championship, dimostrando sul campo di essere la essere la cordata più forte al mondo sulla lunga distanza. Ma andiamo per ordine.  Doveva essere la parata dei campioni dell’Esercito, ma si sa le gare nascondono insidie e sorprese dietro ogni angolo. Infatti è stata bagarre, bagarre vera dall’inizio alla fine con le prime tre squadre racchiuse in soli 3’51”. Al traguardo di Gressoney standing ovation per Michele Boscacci, Robert Antonioli e Matteo Eydallin  primi con merito, ma applausi a scena aperta anche per Werner Marti, Martin Anthamatten e un William Boffelli secondi assoluti. Sul podio con loro anche  Kilian Jornet, Jakob Herrmann e Armin Hoefl. Quarti, Xavier Gachet, Samuel Equy e William Bon Mardion, quinti Henri Aymonod, Alex Oberbacher e Pietro Lanfranchi.

GARA DONNE: Cavalcata trionfale per l’inedito terzetto italo francese composto da Alba De Silvestro, Axelle Mollaret e Lorna Bonnel.  Per loro un 11ª piazza assoluta che la dice lunga sul livello di queste ragazze. Anche per loro una vittoria che vale doppio visto che sono state premiate con il trofeo LGC World Championship.  Piazza d’onore per Giulia Murada, Ilaria Veronese e Mara Martini che, a sorpresa, hanno sciorinato una performance superlativa battendo le altre azzurre Elena Nicolini, Bianca Balzarini, Corinna Ghirardi.

fonte/foto: Trofeo Mezzalama

© 2019, all rights reserved.

Per segnalare refusi, imprecisioni e correzioni scriveteci a: redazione@mountlive.com