“Sono bloccato in un crepaccio”. Uno scherzo costato caro

Uno scherzo costato caro! I fatti risalgono allo scorso autunno, quando un uomo ha lasciato un messaggio vocale al fratello dicendo che, insieme ad un amico, è bloccato da due giorni a -10 gradi in un crepaccio sul Monte Bianco. Il fratello allerta subito i soccorsi in piena notte. Si alza l’elicottero e iniziano le ricerche. Ed inizia a squillare il telefono dell’autore dello scherzo, che a quell’ora è a dormire soavemente nel suo letto. 

Quando si sveglia, ormai mattino, vede tutte le chiamate sul telefonino e richiama la Gendarmeria per dire che si trattava di uno scherzo al fratello. La condanna è arrivata nei giorni scorsi: 1000 euro di multa.

© 2019, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Articoli correlati

Back to top button