142 laghi della Valle d’Aosta.
48 gite a piedi su sentieri segnalati

La guida (Mulatero Editore) propone gite da 2 a 7 ore di cammino, passeggiate di mezza giornata e trekking di due giorni, itinerari ad anello per vedere più panorami, escursioni per l’estate ma anche per la tarda primavera e l’autunno

48 gite in tutte le valli valdostane
con cui si raggiungono mete poco frequentate
e si scoprono aspetti inconsueti di luoghi famosi

 

Voi salite al colle, noi vi aspettiamo al lago per il pic-nic.

 

IL LIBRO

La Copertina

Si inizia dalla Valle di Champorcher, si continua nel Parco Mont Avic e verso ovest nelle valli del Parco nazionale del Gran Paradiso: Valle di Cogne, Valsavarenche, Val di Rhêmes e poi nella tranquilla Valgrisenche. Alla testata della Vallée si scoprono i laghi e i panorami di La Thuile, intorno al Piccolo San Bernardo e in Val Veny, al cospetto del Monte Bianco. Si procede verso oriente, negli altopiani di Saint-Nicolas, verso la Svizzera al Gran San Bernardo, nella solitaria Valle di Ollomont e in Valpelline. Infine si cammina in Valtournenche, sulla Gran Balconata del Cervino e di fronte ai ghiacciai del Monte Rosa, tra le architetture walser della Val d’Ayas e della Valle di Gressoney. In ogni valle vengono proposte prima le gite sul versante orografico destro, poi su quello sinistro.

 

 

 

In tutto ci sono 17 escursioni con anelli più o meno ampi, 6 brevi trekking di due giorni, 25 gite classiche con andata e ritorno sullo stesso percorso, per vedere 142 laghi.

 

 

LAGHI, META IDEALE…

I laghi alpini sono la meta ideale per mettere d’accordo amanti dell’acqua e della montagna, escursionisti allenati e principianti, fanatici dei grandi panorami e appassionati di bagni. Meglio ancora se il lago si raggiunge dopo un cammino non troppo lungo, e poi c’è la possibilità di proseguire verso un secondo o terzo lago, o un colle.
Sulla sponda del primo lago si ferma chi preferisce una passeggiata bella ma breve, mentre chi cerca gite più lunghe può salire ancora.
È il filo conduttore di questa guida, che propone gite da 2 a 7 ore di cammino, passeggiate di mezza giornata e trekking di due giorni, itinerari ad anello per vedere più panorami, escursioni per l’estate ma anche per la tarda primavera e l’autunno.
Gli itinerari sono adatti a tutti gli escursionisti, su sentieri facili e segnalati, mentre solo poche varianti sono per escursionisti esperti.

 


AUTORE: Furio Chiaretta
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2019
EDITORE: Mulatero
COLLANA: TRACCE
NUMERO DI PAGINE: 240
CONFEZIONE: brossura fresata
CARTA: usomano bianca 100 gr
FOTOGRAFIE: colori
FORMATO: 10,5 x 15
PESO: 0.4 kg
PREZZO: 19 €


AUTORE

Furio Chiaretta è nato nel 1954 a Torino e vive in Val Pellice. Giornalista free-lance e sentierologo, dal 1977 descrive, progetta e fotografa itinerari escursionistici. Ha partecipato alla nascita della GTA (Grande traversata delle Alpi), del Sentiero Italia, della rivista Alp, e ha lavorato a piani di valorizzazione del turismo sui sentieri. Collabora con le riviste PleinAir, Montagne 360 e con il sito Piemonte Parchi. Ha già pubblicato: I più bei sentieri segnalati della Provincia di Torino, I più bei sentieri del Parco nazionale del Gran Paradiso, Passeggiate sulle montagne torinesi, Andar per laghi: 56 passeggiate dalle Marittime al Gran Paradiso. 

 

 


COMPRA SU MULATERO

 

 

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button