Arco, un paese in vetta a “Generazione Bellezza” su Rai3

L'appuntamento è per questa sera a partire dalle 20:25

Vetrina tv per Arco. Stasera, 30 dicembre alle 20.25 su Rai3, si racconta “Un paese in vetta”. Appunto, Arco di Trento. Un paese circondato da tante falesie, come molte altre località italiane. Arco è diventata la capitale mondiale dell’arrampicata legando la particolarità del proprio paesaggio ad un preciso evento sportivo e creando la più grande parete di roccia artificiale del mondo, proponendo un’offerta di servizi senza paragoni. Sport e natura per uno sviluppo che dura nel tempo. Climber di tutto il mondo, i più forti e i più famosi, sono arrivati ad Arco. C’è chi la considera casa, come Stefano Ghisolfi…

Generazione Bellezza

L’appuntamento è con “Generazione Bellezza”, seconda edizione del programma scritto e condotto da Emilio Casalini, in onda da sabato 25 dicembre a domenica 9 gennaio. In ognuna delle 15 puntate, Emilio Casalini racconta i progetti, la volontà, le storie di singole persone o di intere comunità che, in modi diversi, lottano con creatività e coraggio per determinare il proprio destino, valorizzando il territorio e le identità che lo compongono, per generare bellezza, economia condivisa e sostenibile.

Il viaggio è iniziato con la “La via degli Dei”, percorso appenninico che unisce Bologna con Firenze; poi Sciacca in Sicilia, che decide di combattere la crisi valorizzando tutte le proprie identità grazie alla decisione di diventare coesa, competente e consapevole del valore di ciò che la circonda. E così crea un turismo di comunità sostenibile e duraturo nel tempo. Poi ancora le “Le panchine della felicità”, ossia le panchine giganti di Chris Bangle che ornano le valli delle Langhe valorizzandone i suggestivi panorami e, per le migliaia di viaggiatori che vi giungono, attratti da queste sedute decisamente fuori misura, è l’occasione per conoscere anche i tanti prodotti tipici del territorio.

Le falesie

Il comune di Arco, fin dai primi anni ’90, ha intrapreso una azione di valorizzazione ed attrezzatura della falesie per arrampicata, iniziativa, in quegli anni, unica a livello mondiale. Azione che si è poi sviluppata negli anni 2000 con il Piano Generale delle Falesie ed è poi continuata, a partire dal 2008, nel progetto Outdoor Park Garda Trentino. Quest’ultimo vede lavorare ad un tavolo comune, sotto la regia di Ingarda S.p.A, le sei Amministrazioni Comunali del Garda Trentino, per la valorizzazione e conservazione dei siti ed itinerari dedicati allo sport outdoor.

Nell’ambito di questo piano sono state scelte alcune falesie, di proprietà comunale, che garantissero adeguati livello di sicurezza e ricchezza di itinerari, trasformandole in vere e proprie palestre a cielo aperto. Non solo si è provveduto alla messa in sicurezza della parete con disgaggio e attrezzatura degli itinerari in un ottica di massima sicurezza , ma si è anche intervenuti sullo spazio circostante creando vie di accesso, individuando aree parcheggio, realizzando toilette, posando segnaletica per rendere allo stesso tempo l’ambiente più fruibile e riducendo l’impatto.

Le Falesie inserite nell’Outdoor Park Garda Trentino sono regolarmente controllate e  manutentate dalle guide alpine su incarico della Amministrazione Comunale. In collaborazione con il Servizio Conservazione della Natura e Valorizzazione Ambientale, la prima falesia al mondo “senza barriere”, accessibile agli atleti disabili: accesso con carrozzine, manovra per non vedenti, speciali gruppi tavolo panca, ed infine un tabella a rilievo dove è possibile ai non vedenti conoscere la parete che andranno a scalare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button