Benjamin Védrines e Nicolas Jean: traversata degli Ecrins in sci ripido

In tre giorni una incredibile cavalcata con 11.000 mt d+

Bella calvalcata di Benjamin Védrines e Nicolas Jean che hanno effettuato la traversata degli Ecrins in sci ripido.

L’avventura delle due guide risale alla fine di maggio, sono partiti il 25 maggio dalla Valgaudemar, da dove sono  saliti al Refuge Chabournéou. E lì hanno dormito.

 

Benjamin Védrines Un’immersione intensa, disseminata di insidie, dubbi, gioie, misteri!

La traversata degli Ecrins

All’alba del 26 hanno concatenato la Parete Nord del Sirac (5.4), il Couloir Nord-Est del Pic Jocelme (5.3) e il Couloir Nord del Glacier des Bœufs Rouges (5.1). Poi, riposo meritato al Refuge du Sélé, dislivello positivo 4280 m.

L’alba del mattino seguente dal Col du Glacier Noir al Couloir Nord del Col du Glacier Noir (5.3) con  Parete Nord-Est del Pic Coolidge (5.2+) e la Parete Nord diretta al Pic Lory, ossia l’anticima della Barre des Ecrins (5.2), e il Couloir Nord de Barre Noire (5.1). Dislivello positivo 3900 mt.

E siamo al 3° giorno, il 28 maggio. I due hanno realizzato le discese del Couloir Nord del Col de Roche Faurio (5.1), Couloir Nord del Col de l’Ange (5.4) e Couloir Nord du Col Claire (5.1+). La traversata si è chiusa al Pied du Col. Dislivello positivo 2410 mt.

Volendo fare un po’ il totale, beh in tre giorni Benjamin Védrines e Nicolas Jean hanno effettuato 11.000 mt d+.

© 2021, copyright. All rights reserved.
Per segnalazioni, errori o imprecisioni scriveteci a: redazione@mountlive.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Articoli correlati

Back to top button