Bloccati da nebbia e vento, tre alpinisti salvati sul Monte Rosa

Si è concluso positivamente ieri sera l’intervento di soccorso agli alpinisti bloccati in cordata sul Monte Rosa, due uomini e una donna, tutti italiani.

Sono stati recuperati e condotti in discesa lungo la via normale della Piramide Vincent dove l’elicottero li ha raggiunti.

Sono stati portati ad Aosta per gli accertamenti diagnostici necessari in ospedale, poiché accusavano uno stato di ipotermia. Le loro condizioni fisiche generali, però, – fa sapere il Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese – non destano preoccupazione.
Uno è ricoverato in pronto soccorso con un codice verde, gli altri due illesi

L’allarme

Erano rimasti bloccati da nebbia e raffiche di vento a quota 4.100 mt. Gli scalatori hanno lanciato l’allarme alle 15: si trovavano sotto al cima della Piramide Vincent, lungo la Cresta del Soldato, sul versante valdostano del massiccio del Monte Rosa.

I primi tentativi di recupero in elicottero non sono andati a buon fine, così come quelli via terra: una prima squadra di soccorritori ha dovuto ripiegare una volta arrivata a 4.050 metri di quota: “Il vento era troppo forte”, spiegano. Gli alpinisti sono stati raggiunti solo intorno alle 19,30, dopo che due tecnici del soccorso sono stati scaricati dall’elicottero in alta quota e hanno proseguito a piedi dal versante Sud. I tre sono poi stati assistiti durante la salita verso la vetta, prima di iniziare la discesa lungo la via normale. Non appena le condizioni meteo lo hanno permesso sono stati raggiunti dall’elicottero che li ha riportati a valle.
Le operazioni sono state coordinate dal Soccorso Alpino Valdostano, dal CNSAS del Piemonte e dalla Guardia di Finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Articoli correlati

Back to top button